COVID-19 nel Regno Unito: 1.062 casi in 24 ore, si teme seconda ondata

Tornano a salire i contagi da COVID-19 nel Regno Unito. Due settimane fa il premier Boris Johnson aveva previsto l’arrivo della seconda ondata.

Due settimane fa il premier britannico Boris Johnson aveva anticipato che da lì a 15 giorni il Regno Unito si sarebbe trovato a fare i conti con la seconda ondata della pandemia di COVID-19. Oggi, a due settimane precise, nel Paese si è registrato l’aumento più consistente di contagi da oltre un mese.

1.062 persone sono risultate positive al COVID-19 nelle ultime 24 ore. È il dato più alto dal 25 giugno scorso, quando in appena 24 ore erano stati accertati 1.118 nuovi contagi. Ieri, per fare un confronto, i nuovi positivi erano stati 758. Il totale dei contagiati dall’inizio della pandemia ad oggi nel Regno Unito ha toccato quota 310.825.

È sceso sensibilmente il numero dei decessi – 8 le vittime confermate in 24 ore – ma è ancora presto per parlare di trend in diminuzione considerato lo storico degli ultimi giorni:

  • 8 agosto 2020: 758 nuovi casi e 55 decessi
  • 7 agosto 2020: 871 nuovi casi e 98 decessi
  • 6 agosto 2020: 950 nuovi casi e 49 decessi
  • 5 agosto 2020: 981 nuovi casi e 65 decessi
  • 4 agosto 2020: 670 nuovi casi e 89 decessi
  • 3 agosto 2020: 928 nuovi casi e 9 decessi
  • 2 agosto 2020: 743 nuovi casi e 8 decessi
  • 1° agosto 2020: 771 nuovi casi e 74 decessi

I Video di Blogo

Video inedito del Daily Mail sull’arresto di George Floyd

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →