Dl agosto: nella bozza altre 400 euro per Reddito d’Emergenza

Salgono da 91 a 103 gli articoli presenti nella bozza del Dl Agosto: previsti altri 200 milioni ai Comuni, nuovo Reddito d’Emergenza e rifinanziamento strade

Nuova bozza del Dl agosto, i cui articoli salgono da 91 a 103: tra le misure previste, ci sono nuovi fondi per i comuni, una quota aggiuntiva per il Reddito d’Emergenza e tanto altro ancora. Dalla bozza del decreto emerge il recepimento del blocco dei licenziamenti firmato ieri, mentre per le altre misure occorre attendere il Consiglio dei ministri, visto che per alcune disposizioni sono presenti solo i titoli, senza alcun dettaglio.

Per le famiglie più in difficoltà, emerge dalla bozza del nuovo decreto, c’è la possibilità di fare richiesta entro il 15 ottobre per ottenere 400 euro di Reddito d’Emergenza. Si tratta della terza “rata” dopo le precedenti due previste dal Dl Rilancio. Le tasse sospese durante i mesi del lockdown non si dovranno saldare entro la fine del 2020, ma ci sarà tempo nei prossimi due anni, in 24 rate mensili. Il primo appuntamento con il fisco, però, rimane fissato al 16 settembre: diluiti i pagamenti di tasse, contributi e ritenute relative ai mesi di marzo, aprile e maggio.

Per il turismo, previsti contributi ad hoc: dalla bozza emerge innanzitutto l’estensione dell’esonero dal versamento dei contributi – massimo 3 mesi – anche alle “assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali”. Per chi assume a tempo indeterminato, invece, viene applicata la decontribuzione prevista per le altre aziende, ovvero uno sgravio totale per 6 mesi, esclusi i contributi Inail, per un totale massimo di 8.060 euro annui riparametrati su base mensile.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →