Migranti, Conte: “Saremo duri e inflessibili. Dobbiamo intensificare i rimpatri. Ho scritto al presidente tunisino” (Video)

“Non possono vanificare i nostri sacrifici”.

[mp-video id=”465094″ title=”Video: punto stampa di Conte a Cerignola” content=”Il punto stampa del Premier Giuseppe Conte a Cerignola durante la sua visita nella città del Foggiano per Legalitour.” provider=”brid” video_brid_id=”618386″ video_original_source=”https://media.polisblog.it/9/9d0/10000000_309370456782906_6865810675952001002_n.mp4″ url=”” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNDY1MDk0JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSBjbGFzcz0nbXBfdmlkZW9fdGhlbWUgaWZyYW1lX19tcF92aWRlb190aGVtZScgc3JjPSJodHRwczovL3BvbGlzYmxvZy5hZG1pbi5ibG9nby5pdC92cC80NjUwOTQvIiBhbGxvd2Z1bGxzY3JlZW49InRydWUiIHdlYmtpdGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj0idHJ1ZSIgbW96YWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPSJ0cnVlIiBmcmFtZXNwYWNpbmc9JzAnIHNjcm9sbGluZz0nbm8nIGJvcmRlcj0nMCcgZnJhbWVib3JkZXI9JzAnIHZzcGFjZT0nMCcgaHNwYWNlPScwJz48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzQ2NTA5NHtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNDY1MDk0IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNDY1MDk0IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

Il Premier Giuseppe Conte oggi è stato nella sua Puglia, a Cerignola, per partecipare a Legalitour presso l’Istituto Zingarelli Sacro Cuore. Ha anche tenuto un breve punto stampa, cinque minuti (che potete vedere nel video qui sopra) in cui ha parlato con i giornalisti dei temi più caldi del momento, primo tra tutti l’emergenza migranti. Su questo argomento Conte ha detto:

“Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare, tanto più non lo possiamo tollerare che in questo momento in cui la comunità nazionale ha fatto tanti sacrifici, i risultati siano vanificati da migranti che vogliono fuggire alla sorveglianza sanitaria. Non ce lo possiamo permettere, dobbiamo essere duri e inflessibili. Stiamo collaborando con le autorità tunisine, è quella la strada. Io stesso ho scritto al presidente tunisino Kaïs Saïed una lettera, ieri l’altro, e sono contento che abbia fatto una visita ai porti per rafforzare la sorveglianza costiera. Noi dobbiamo contrastare i traffici e i gruppi criminali che incrementano questi traffici illeciti. Dobbiamo intensificare i rimpatri. Abbiamo fatto una riunione con i ministri competenti, Di Maio, Lamorgese, Guerini, De Micheli, stiamo lavorando per evitare che questi traffici possano continuare e dobbiamo continuare con i rimpatri e non possiamo permettere che la comunità nazionale sia esposta a ulteriori pericoli”

A chi gli ha detto che il governo si sta preoccupando più dell’economia che della salute, Conte ha sottolineato che questo è un rimprovero che proprio non si può fare al governo e ha anche invitato i giovani a rispettare le regole, perché anche se statisticamente sono meno colpiti, possono contagiare i loro genitori e i loro nonni, perciò li ha invitati a indossare la mascherina. E a proposito di giovani, ha sottolineato anche l’importanza di coinvolgerli nella lotta contro la mafia, che è stato l’argomento per cui oggi si è recato a Cerignola, confrontandosi con gli stendenti e visitando un bene confiscato alla mafia. Nel pomeriggio, invece, Conte sarà a Genova per l’inaugurazione del nuovo Ponte “Genova San Giorgio”.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →