Oggi il voto in Senato sull’autorizzazione a procedere per Salvini

Oggi i senatori dovranno esprimersi sull’autorizzazione a procedere nei confronti dell’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso della nave Open Arms.

La storia si ripete. Oggi i senatori dovranno esprimersi ancora una volta sull’autorizzazione a procedere nei confronti dell’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso della nave Open Arms.

La vicenda è simile a quella della nave Gregoretti che vedrà Salvini alla sbarra. Era l’estate 2019, Salvini guidava il Viminale e la nave dell’ong fu costretta ad attendere per ben 19 giorni l’autorizzazione allo sbarco nel porto di Lampedusa con a bordo 164 migranti, inclusi diversi minori.

Salvini ha sempre difeso quella scelta e anche in queste ore sostiene di aver agito per difendere l’Italia:

Io mi aspetto che qualcuno esprima dignità, onestà e correttezza, se devo andare a processo non sarà la prima volta. Io ho agito a difesa del mio Paese e quello che ho fatto l’ho fatto in compagnia del premier Conte, ho fatto quello che c’era nel programma di governo non ritengo che ci sia stato un errore o reato. Se qualcuno domani ritiene che sia un reato ne risponderemo in tanti. Vorrà dire che Conte mi accompagnerà un po’ a Catania e un po’ a Palermo e prenderemo una granita.

Salvini rischia il processo per sequestro di persona e rifiuto d’atto di ufficio. Numeri alla mano, l’autorizzazione a procedere dovrebbe essere concessa perchè Salvini avrebbe bisogno di almeno 160 voti a suo favore, ma ad oggi quelli certi sono 136: 63 senatori della Lega, 56 di Forza Italia e 17 di Fratelli d’Italia. La seduta si aprirà alle 9.30.

Ultime notizie su Immigrazione

Tutto su Immigrazione →