Coronavirus, seconda ondata in atto? In Spagna e Giappone più di mille casi al giorno

In Germania oltre 600 in 24 ore. Stati Uniti e Brasile nel dramma.

I contagi da coronavirus sono in aumento in Europa e in Asia e questo potrebbe far pensare che sia già in atto una seconda ondata o che comunque la prima abbia ripreso grande vigore. Dall’altra parte dell’Oceano, invece, Stati Uniti e Sudamerica sono certamente alle prese ancora con la prima ondata e per loro è devastante, visto che gli USA, a causa di una impennata nelle ultime 24 ore, hanno superato i 150mila decessi e ci sono almeno 4,3 milioni di casi, con un aumento di circa 60mila nell’ultima giornata. In Brasile i casi sono già quasi 2,5 milioni e il numero dei morti è salito a 88.539 con l’aggiunta dei 921 decessi delle ultime 24 ore.

In Asia c’è un nuovo aumento dei casi sia in Cina, dove ne sono registrati 101 nuovi in 24 ore, sia a Hong Kong, che ha toccato il record di 145 contati in un giorno la scorsa settimana e ora la leader Carrie Sam ha affermato che la ripresa delle infezioni potrebbe portare il sistema ospedaliero al collasso e costare molte vite, soprattutto tra gli anziani. In Giappone, per la prima volta, sono stati superati i mille casi in 24 ore.

Ma neanche l’Europa se la passa bene se pensiamo che in Germania sono stati registrati 684 nuovi casi in un giorno, in Spagna addirittura 1.153, un record dal 2 maggio, quando era ancora nel pieno della prima ondata, ma anche la Francia è preoccupatissima con 1400 nuovi casi nell’ultimo girono. Tre positivi in Spagna sono stati trovati tra i calciatori di tre diverse squadre. Una di queste squadre è il Siviglia, prossimo avversario della Roma in Europa League. La società ha annullato gli allenamenti e sanificato il centro sportivo, inoltre ha sottoposto a due tamponi tutto il personale, al primo sono risultati tutti negativi, del secondo si attendono ancora i risultati.

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →