Elezioni comunali Roma 2013: manifesti abusivi, i peggiori sono Sassoli e Tredicine

Marino e Gentiloni segnalano le affissioni abusive del loro collega, rivale alle primarie, David Sassoli che viene multato insieme al consigliere del Pdl, Giordano Tredicine.

E’ incredibile come certi personaggi facciano sempre finta di non capire. Le affissioni abusive, meglio note come manifesti selvaggi, o lasagne elettorali, a Roma sono diventate da tempo un vero cancro cittadino, col quale in tanti sono spesso rimasti invischiati.

Come é possibile, che ancora oggi, si faccia una campagna elettorale con questi sistemi? Sassoli chiede scusa (maluccio a dir la verità) in tv, pizzicato pure da Striscia la Notizia. Ma Ignazio Marino ne chiede il ritiro dalla corsa alle primarie per il Campidoglio.

“Credo che Sassoli farebbe bene a ritirarsi, perché ha mentito ai romani. Ha detto che non avrebbe mai utilizzato i manifesti per la sua campagna elettorale e invece ora ha fatto come quel ministro che diceva ‘se trovo i colpevoli che mi hanno pagato la casa li denuncio'”.

Dell’invasione dei manifesti di Tredicine si occupano soprattutto quelli del Movimento 5 Stelle che hanno cominciato a staccare tutti i manifesti abusivi dell’onorevole “uno di noi” e a gettarli nei cassonetti.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Elezioni comunali

Tutto su Elezioni comunali →