M5S: la senatrice Ricciardi passa alla Lega, maggioranza a rischio

La senatrice Alessandra Ricciardi passa dal Movimento 5 Stelle alla Lega: il governo rischia di andare davvero a casa dopo le regionali?

La senatrice Alessandra Riccardi passa dal Movimento 5 Stelle alla Lega e ora la maggioranza di governo trema. Soprattutto a Palazzo Madama, il governo ha numeri molto risicati, ma anche alla Camera le cose peggiorano, perché lascia il gruppo del M5S la deputata Alessandra Ermellino, che confluisce nel Misto. La senatrice Ricciardi ha confermato ufficialmente la propria decisione ad Adnkronos, ma non ha ancora motivato la sua decisione di passare al partito di Matteo Salvini. Componente della giunta per le immunità del Senato, lo scorso 26 maggio l’ormai ex senatrice pentastellata aveva votato contro l’autorizzazione al processo per il suo nuovo leader ed ex ministro dell’Interno nel caso Open Arms.

Dopo la decisione in dissenso con le indicazioni del gruppo parlamentare del M5S, la Ricciardi aveva comunque promesso che non ci sarebbe stato alcun passo da parte sua verso la Lega. Proprio il gruppo del Carroccio al Senato ha invece confermato l’ingresso della Ricciardi subito dopo aver lasciato il Movimento. Secondo quanto anticipa il giornalista Andrea Scanzi, la diaspora non sarebbe finita con altri parlamentari pentastellati pronti ad abbracciare il progetto di Salvini, attualmente il primo partito italiano secondo i sondaggi.

Senato maggioranza sotto quota 161

Senza la Ricciardi, la maggioranza scende a 160 senatori, ovvero uno in meno della maggioranza assoluta. Fin qui il governo si è salvato spesso in calcio d’angolo grazie ai senatori del Gruppo Misto che hanno consentito di raggiungere quota 168. Se ci dovessero essere altre defezioni a breve, il rischio è davvero, come dice Salvini, che dopo le regionali il governo Conte bis vada a casa.