Sei Nazioni 2013 Italia Galles: Brunel “Castro capitano? Sì, per vincere il torneo”

Il tecnico azzurro ha spiegato le scelte del XV che affronterà i campioni in carica sabato pomeriggio, scherzando sul neocapitano “talismano azzurro”.

Il ct azzurro Jacques Brunel ha spiegato le proprie scelte in conferenza stampa al “Giulio Onesti” di Roma dopo l’annuncio della formazione dell’Italia per la sfida di sabato contro il Galles.

“Ho visto la partita in cui è stato espulso Parisse – ha detto il ct – e il primo pensiero, dopo il cartellino rosso, è stato che avesse fatto qualcosa di grave. Oggi sono convinto che Sergio non abbia detto nulla che non fosse strettamente collegato alla situazione di gioco, più precisamente ha chiesto che Bordeaux venisse sanzionata con un giallo. Siamo convinti che non abbia insultato l’arbitro e che questi abbia sbagliato, per motivi che ignoro. Adesso speriamo che il ricorso che Parisse presenterà insieme al proprio club evidenzi che non c’è stato insulto all’arbitro. Noi oggi possiamo solo prendere atto di questa situazione, è successo tutto nel Top14, non possiamo intervenire”.

Con Parisse squalificato, la maglia numero otto andrà a Manoa Vosawai: “Manoa gioca in questo ruolo a Treviso, così come Robert Barbieri e in misura minore Paul Derbyshire. Zanni, per quanto ho avuto modo di vedere, non gioca mai numero otto a Treviso: Barbieri non è ancora al 100%, per questo abbiamo puntato su Vosawai, con Derbyshire in panchina come possibile sostituto e anche come alternativa in rimessa laterale”.

In seconda linea, Antonio Pavanello è preferito a Quintin Geldenhuys: “Antonio ha grandi qualità nella gestione delle rimesse laterali e può essere davvero importante per noi in questa fase di gioco. Facciamo gli auguri a Geldenhuys che questa notte è diventato papà ed ha chiesto un giorno di permesso per poter essere vicino alla famiglia”.

Gradi di capitano affidati a Martin Castrogiovanni, che già li aveva avuti in estate durante il tour nelle Americhe, con un 100% di vittorie contro Canada e Stati Uniti: “Martin ha fatto molto bene in questo ruolo la scorsa estate, non c’era necessità di cambiare. Inoltre – ha scherzato Brunel – se mantiene la sua imbattibilità come capitano sino alla fine del 6 Nazioni, siamo a posto: vinciamo il Torneo”.

Infine, il ct ha spiegato la scelta di modificare interamente la mediana sostituendo Botes ed Orquera con Gori e Burton: “Tobias e Luciano hanno fatto una grande partita contro la Francia, mentre in Scozia sono stati spesso in difficoltà nelle scelte di gioco, come del resto tutta la squadra, e per questo abbiamo deciso di cambiare”.

credit image by Getty Images

SONDAGGIO: CHI VINCERA’ IL SEI NAZIONI 2013?

TUTTI I LINK PER VEDERE IL SEI NAZIONI 2013 IN STREAMING

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter e @Google

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia