Mattia Santori: “Noi siamo per lo Ius soli puro, ma prima serve opera di educazione”

Santori “quando i diritti umani vengono calpestati per meri fini propagandistici, è difficile affrontare certi temi”

C’era anche Mattia Santori, leader del movimento delle Sardine, alla manifestazione tenutasi oggi in Piazza del Popolo, a Roma, in memoria di George Floyd e contro il razzismo. “Noi saremmo per lo ius soli puro, ma siamo convinti che prima serva un’opera di sensibilizzazione, di educazione” ha detto all’AdnKronos Santori.

Per ius soli si intende l’acquisizione della cittadinanza di uno Stato per il solo fatto di esserci nato, a differenza dello Ius culturae, che la prevede al termine di un percorso di formativo, una proposta portata avanti in Italia dalla ministra della Famiglia, Elena Bonetti, ma che è rimasta lettera morta.

Durante la manifestazione di oggi, i partecipanti hanno avanzato la richiesta di approvare la legge per la cittadinanza ai figli dei migranti nati in Italia. Santori si dice a favore della cittadinanza concessa a chi nasce nel territorio italiano, ma aggiunge che “quando i diritti umani vengono calpestati per meri fini propagandistici, è difficile affrontare certi temi”.

Perciò “prima di parlare di ius soli, bisogna bonificare la narrazione farlocca e strumentale portata avanti da certi personaggi della politica e bisogna finalmente avere il coraggio di fare i conti con la Storia” conclude Santori.

I Video di Blogo