Estorsioni e riciclaggio: 9 arresti a Roma, c’è anche l’ex senatore De Gregorio

Tra gli arrestati per ordine della DDA di Roma c’è anche l’ex senatore Sergio De Gregorio

Sono 9 le persone arrestate questa mattina in un blitz coordinato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma. Tra loro c’è anche l’ex senatore di Italia dei Valori e poi del Pdl Sergio De Gregorio, noto alle cronache per l’inchiesta della Procura di Napoli sulla presunta compravendita di senatori avvenuta, secondo la pubblica accusa, tra il 2006 e il 2008 allo scopo di far cadere il governo Prodi.

Alle persone arrestate vengono contestati, in concorso e a vario titolo, i reati di estorsione, riciclaggio ed autoriciclaggio. L’operazione è stata messa a segno dalla squadra mobile di Roma. Per De Gregorio è stata disposta la misura cautelare in carcere.

Gli arresti sono stati accompagnati dal sequestro preventivo delle quote sociali, dei conti correnti e del complesso aziendale dei beni che fanno parte del patrimonio di alcune società. Sotto sequestro anche 480mila euro.

Nel 2012 per l’allora senatore De Gregorio vennero chiesti gli arresti domiciliari nell’inchiesta relativa all’appropriazione indebita di finanziamenti al quotidiano L’Avanti! diretto da Valter Lavitola, socio del parlamentare. Per gli inquirenti, tra il 1997 e il 2009, De Gregorio avrebbe fatto fittiziamente risultare che la casa editrice dell’Avanti! avesse i requisiti di legge per prendere oltre 20 milioni di contributi previsti dalla legge sull’editoria.

In realtà non era così, secondo i pm. Il Senato non concesse però l’autorizzazione all’arresto di De Gregorio che il 15 marzo del 2013, al termine del suo mandato da senatore, si costituì a Roma dove nel frattempo era stato posto ai domiciliari.

(in aggiornamento)

I Video di Blogo