2 giugno, centrodestra unito in Piazza del Popolo con Tricolore di 500 metri (Foto)

In tanti senza assembrati e senza mascherina, incluso Salvini.

Nel giorno della Festa della Repubblica il centrodestra è sceso in piazza, come aveva promesso già settimane fa, ed è arrivato unito a questo appuntamento. Fratelli d’Italia, che con la sua leader Giorgia Meloni aveva lanciato l’idea prima di tutti gli altri, Lega e Forza Italia si sono presentati a Piazza del Popolo, guidati dalla stessa Meloni, Matteo Salvini e Antonio Tajani.

Tutti insieme chiedono di essere ascoltati dal governo Conte per il rilancio dell’economia a burocrazia zero. Tra i presenti, però, ci sono anche i rappresentanti di “Azione libera Italia”, che è una frangia di Forza Nuova. In piazza si è creata una vera e propria ressa, tanto che anche la scorta di Salvini ha avuto problemi a controllare la folla. In tanti si sono presentati senza mascherina o con la mascherina abbassata, anche i leader vi hanno rinunciato, ma principalmente quando dovevano parlare davanti alle telecamere.

Tajani ha spiegato:

“Serve una grande strategia per il Paese e deve essere costruita in Parlamento da tutte le forze politiche, ascoltando il mondo della grande industria, dei piccoli e medi imprenditori, artigiani, commercianti agricoltori, liberi professionisti e partita Iva. Serve far ripartire l’Italia. Lo dobbiamo fare con grande impegno. Noi abbiamo una serie di proposte. Per utilizzare i fondi europei occorre fare molte riforme a cominciare da quella del fisco, della burocrazia, della sanità, della giustizia civile che con la sua lentezza provoca fino al 2% del Pil. Questo è lo spirito con cui noi di Forza Italia vogliamo dare una testimonianza qui a Piazza del Popolo. Nessun intento divisivo, vogliamo fare proposte concrete per dimostrare ai tanti italiani in difficoltà che non sono soli”

Durante la manifestazione sono partiti dei cori con insulti verso il Premier Conte, ma sono stati subito stoppati dagli organizzatori, mentre gli slogan promossi sono stati “Libertà, libertà” ed “Elezioni subito”. L’Inno d’Italia è stato cantato a squarciagola ed è stato srotolato un Tricolore di 500 metri.

In piazza si sono presentate più persone di quanti gli stessi organizzatori si aspettassero. Infatti, Giorgia Meloni aveva invitato nei giorni scorsi a seguire l’evento via streaming, invece di presentarsi di persona in piazza, ma così non è stato.