Salvini: “Palamara? Scuse tardive, riformare subito la Giustizia”

Matteo Salvini rispedisce al mittente le scuse arrivate dal magistrato Luca Palamara durante la trasmissione Non è L’Arena di Giletti

Matteo Salvini ha reagito stamane alle parole pronunciate dal magistrato Luca Palamara ospite ieri sera di Non è L’Arena, trasmissione condotta da Massimo Giletti. L’ex presidente dell’Anm ha parlato delle correnti e di tanti altri argomenti, tra cui proprio le polemiche che lo hanno coinvolto in questi giorni insieme all’ex ministro dell’Interno. In una chat con un collega, Palamara aveva affermato infatti che Salvini “va attaccato”: “Non c’era la volontà di offendere Salvini”, ha sottolineato il magistrato. Il suo obiettivo, ha fatto chiaramente intendere, era quello di difendere i colleghi (i magistrati di Agrigento) finiti nel mirino dell’ex ministro dopo l’indagine avviata sul caso della nave Diciotti.

“Da Palamara dichiarazioni surreali – la replica del leader della Lega – A me e agli italiani non interessano le scuse tardive o le parole, interessano i fatti: magistrati promossi per appartenenza politica (quasi sempre di sinistra) e non per bravura, processi infiniti, innocenti in galera e colpevoli fuori: è urgente una riforma vera della Giustizia, ma per farla servono un governo ed un ministro capaci di farla”. E a chi sostiene che Salvini attacchi la giustizia perché preoccupato per il suo processo, il leader del Carroccio replica: “Preoccupato per il mio processo dopo quello che è venuto fuori? Assolutamente no, sono convinto di aver bloccato gli sbarchi per il bene degli italiani, l’ho fatto – conclude – e lo rifarò”.

I Video di Blogo.it