Coronavirus, Speranza: “Dati del monitoraggio incoraggianti”. Riapertura dei confini delle Regioni senza distinzioni

I prossimi quattro giorni saranno determinanti.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, commentando i dati dil ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità, ha detto:

“I dati del monitoraggio sono incoraggianti. I sacrifici importanti del lockdown hanno prodotto questi risultati. Dobbiamo continuare sulla strada intrapresa con gradualità e cautela”

Dai dati infatti emerge che l’indice di trasmissibilità Rt è inferiore a 1 “nella pressoché totalità delle regioni” e non vengono riportate situazioni critiche in nessuna zona d’Italia.

Questa sera il Premier Giuseppe Conte ha presenziato a una riunione a Palazzo Chigi con i capi delegazione delle forze di maggioranza e i ministri interessati, per valutare insieme i dati del monitoraggio in vista delle riaperture dei confini regionali il prossimo 3 giugno.

A tal proposito Speranza ha detto:

“Il Decreto legge vigente prevede dal 3 spostamenti infraregionali. Al momento non ci sono ragioni per rivedere la programmata riapertura degli spostamenti. Monitoreremo ancora nelle prossime ore l’andamento della curva”

Saranno infatti fondamentali i prossimi quattro giorni per confermare tutte le riaperture regionali senza distinzioni da regione a regione e anche per la riapertura dei confini nazionali agli altri Paesi europei senza obbligo di quarantena. Servirà nelle prossime ore anche un confronto con le Regioni.

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →