Fase 2, in Campania i locali chiuderanno all’una di notte

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca fissa all’1 di notte la chiusura dei locali in tutta la Regione. E dalle 22 si potranno somministrare bevande solo ai tavoli o al bancone.

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha deciso di prendere provvedimenti contro la cosiddetta “movida“, firmando un’ordinanza che limita la somministrazione di bevande e la frequentazione dei locali notturni.

La nuova ordinanza, che corregge il tiro rispetto alla precedente, stabilisce che i bar, le vinerie, le gelaterie, le pasticcerie, i supermercati, i chioschi e gli esercizi di somministrazione ambulante di bibite in tutta la Campania chiudano al pubblico all’1 di notte. Ma questo non è l’unico limite deciso da De Luca: a partire dalle 22, infatti, la somministrazione di bevande potrà avvenire “esclusivamente al banco o ai tavoli“, così da limitare il più possibile gli assembramenti davanti ai locali.

Nessuna modifica, invece, all’orario di apertura: chi vorrà potrà continuare ad alzare la saracinesca a partire dalle 5 del mattino. La decisione di De Luca è stata presa “in applicazione dei principi di proporzionalità e ragionevolezza” alla luce dei “numerosi assembramenti di giovani nelle ore serali e notturne, nella maggior parte dei casi in prossimità degli esercizi nei quali è consentita la vendita da asporto di bevande alcoliche, con conseguente consumo delle stesse all’esterno dei locali e zone adiacenti“.

Potete consultare l’ordinanza integrale del 29 maggio 2020 a questo indirizzo.

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →