Sei Nazioni 2013 Italia Galles: Parisse, recupero quasi impossibile

La commissione giudicante si riunirà il 27 febbraio, troppo tardi per evitare – anche se innocente – al capitano azzurro di saltare la sfida dell’Olimpico.

Primo giorno di allenamento per l’Italrugby, da ieri sera in raduno al “Giulio Onesti” di Roma in preparazione alla terza giornata dell’RBS 6 Nazioni che sabato all’Olimpico metterà gli azzurri di Jacques Brunel di fronte al Galles, campione in carica e reduce dalla vittoria esterna di Parigi.

Dei trentuno atleti presenti al raduno, ventiquattro hanno lavorato sul campo iniziando a preparare il piano di gioco per l’appuntamento di sabato pomeriggio, mentre gli atleti impegnati in RaboDirect PRO12 nel fine settimana hanno lavorato separatamente in mattinata per poi riunirsi al gruppo per la seduta pomeridiana.

All’ora di pranzo, come ogni lunedì, è stato il manager azzurro Luigi Troiani a incontrare la stampa presente in raduno, inevitabilmente concentrata sull’espulsione del capitano dell’Italia Sergio Parisse sabato sera nell’incontro di Top14 tra Stade Francais e Bordeaux: “Abbiamo visto le immagini, parlato con il giocatore sappiamo cosa ha riportato l’arbitro nel suo referto: il club di Parisse ha fatto richiesta per anticipare a mercoledì 20 febbraio la data dell’udienza. Allo stato attuale possiamo solo attendere l’evolversi degli eventi, sino a nuove comunicazioni non possiamo che considerare il giocatore non disponibile per la gara di sabato. Detto questo, non possiamo preparare una gara difficile come quella che ci aspetta sabato contro il Galles pensando alla situazione di un singolo, anche se sicuramente l’assenza di Parisse sarebbe molto pesante. Penso che, in primis, sia nostro compito rimanere concentrati e lavorare in settimana per scendere in campo sabato con l’obiettivo di battere il Galles”.

Secondo quanto viene riferito in Francia, la famosa parolaccia sarebbe stata pronunciata da un compagno di Sergio Parisse e non era rivolta all’arbitro, il quale invece ha immaginato che fosse stato l’azzurro a dirla dopo aver protestato con lui.

“Ritroviamo un atleta di esperienza e carisma come Mauro Bergamasco, la cui presenza è certamente importante per il gruppo – ha detto il dirigente aquilano dell’Italrugby – e sono sicuro che sabato all’Olimpico  ritroveremo lo spirito battagliero mostrato contro la Francia”. 

“Contro la Scozia – ha concluso Troiani – non sono mancati  gli spunti positivi ma forse è mancata un poco di aggressività. Il Galles è una squadra solida, dovremo usare tutte le nostre armi per poter portare a casa il risultato perché loro vorranno confermarsi dopo aver espugnato Parigi ma sono sicuro che faremo una grande partita”.

credit image by Getty Images

SONDAGGIO: CHI VINCERA’ IL SEI NAZIONI 2013?

TUTTI I LINK PER VEDERE IL SEI NAZIONI 2013 IN STREAMING

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter e @Google