Insulti e minacce: sotto scorta il governatore lombardo Attilio Fontana

La Prefettura di Varese ha da due giorni assegnato la scorta al governatore della Lombardia, Attilio Fontana: “il clima si è fatto incandescente”

Il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, è sotto scorta da due giorni, anche se la notizia è diventata di dominio pubblico oggi, grazie ad un articolo de La Stampa. A decidere di assegnare la protezione al presidente della Regione Lombardia, la Prefettura di Varese che ha motivato il provvedimento con “il clima intorno al governatore lombardo si è fatto incandescente”. A seguire il governatore eletto con la coalizione di centrodestra e candidatosi con la Lega, c’è un’auto di scorta con un agente.

La pesantissima situazione creatasi in Lombardia per l’emergenza coronavirus e le diverse gaffe di esponenti della regione, tra cui lo stesso Fontana e l’assessore Gallera, negli ultimi giorni hanno alimentato le polemiche attorno alla guida della Lombardia. Qualcuno è però andato decisamente oltre con insulti e minacce via Web. E non solo: il Partito dei comitati di appoggio alla resistenza per il Comunismo ha realizzato lungo il Naviglio un murale sull’emergenza coronavirus e con la scritta “Fontana assassino”.

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd