Il processo a Matteo Salvini slitta ad ottobre

Il processo all’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso della nave Gregoretti slitterà al mese di ottobre.

Il processo all’ex Ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso della nave Gregoretti non si aprirà più il 4 luglio prossimo, ma slitterà al mese di ottobre.

Il blocco della giustizia legato all’epidemia di COVID-19 nel nostro Paese ha provocato un vero e proprio caos e gli slittamenti sono all’ordine del giorno. A confermare il posticipo del procedimento a Salvini è stato il presidente dell’ufficio del giudice dell’udienza preliminare Nunzio Sarpietro, coinvolto in prima persona del procedimento:

I nostri ruoli sono stati travolti dallo stop per l’emergenza coronavirus, ci sono migliaia di processi rinviati che hanno precedenza e ho dovuto spostare l’inizio del processo che vede imputato il senatore Salvini ad ottobre.

Sarpietro ha voluto approfittare di questa occasione per tranquillizzare il leader della Lega sul progetto equo e giusto a cui sarà sottoposto, dopo la diffusione di alcune intercettazioni nei giorni scorsi e l’appello di Salvini a Mattarella:

Stia tranquillo il senatore Salvini, avrà un processo equo giusto e imparziale come tutti i cittadini. Né io né nessun giudice che si è occupato di questo fascicolo abbiamo nulla a che spartire con Palamara. E sono d’accordo con lui: quelle intercettazioni tra magistrati sono una vergogna.