Renzi: “Ultimo Dpcm uno scandalo, il governo calpesta la Costituzione”

Renzi: “In autunno ci sarà una carneficina di posti lavoro. La libertà non vale meno della salute”

Secondo Matteo Renzi il governo sta calpestando la Carta e le prerogative del parlamento. L’ennesimo attacco all’esecutivo e al premier Giuseppe Conte da parte del leader di Italia Viva arriva con una intervista a Repubblica.

L’ex premier, che da un mese chiede di riaprire, perché “altrimenti moriremo di fame”, sostiene che l’ultimo Decreto del presidente del consiglio dei ministri (Dpcm), che avvia la cosiddetta fase 2, quella di convivenza con il virus, è “uno scandalo costituzionale. Trasformiamolo in un decreto e portiamolo in Parlamento”.

Renzi definisce il decreto un “errore politico, economico e costituzionale” spiegando che a suo avviso non si può delegare al Comitato tecnico-scientifico una scelta che spetta alla politica, cioè quella di “contemperare i rischi” e muoversi di conseguenza.

Di questo passo secondo Renzi “in autunno ci sarà una carneficina di posti lavoro”. Abbiamo accettato limitazioni quando le terapie intensive scoppiavano, ora basta. La libertà non vale meno della salute” insiste l’ex segretario del Partito Democratico.

Renzi critica la mancata regionalizzazione della fase 2 definendola “una scelta sbagliata” perché “se in Umbria o Alto Adige non ci sono contagi queste regioni non possono avere le stesse restrizioni della provincia di Piacenza”.

In ogni caso nessuna idea di sfiduciare il governo: “Prima facciamo uscire di casa gli italiani, poi vediamo se uscire di maggioranza noi. C’è questo governo, c’è questo premier e finché gli italiani sono chiusi in casa noi non apriremo alla verifica politica” chiarisce Renzi.

I Video di Blogo

Milano: scippo in diretta nella metropolitana (VIDEO)

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →