Germania, Die Welt: “La mafia in Italia aspetta i soldi dall’UE”. Di Maio: “Berlino si dissoci”

Il quotidiano conservatore tedesco Die Welt spara a zero contro l’Italia e la Mafia che starebbe aspettando i soldi dall’UE, mentre il Ministro degli Esteri Di Maio chiede a Berlino di dissociarsi da quelle parole.

Un altro esempio di quanto dannosa e prevenuta può essere l’ideologia più conservatrice arriva in queste ultime ore dalla Germania, dove il quotidiano conservatore Die Welt si schiera apertamente contro il possibile varo dei coronabond e invita la cancelliera tedesca Angela Merkel a non fare passi indietro e non cedere alle richieste dei Paesi del Sud come l’Italia, la Francia e la Spagna.

Die Welt punta anche il dito contro l’Italia, dimostrando quanto una certa ideologia conservatrice – e i cittadini italiani avrebbero dovuto ormai capirlo dal modo in cui questa emergenza è stata gestita dai vari schieramenti politici – sia profondamente dannosa e pericolosa per tutti:

I Paesi dell’Unione Europea dovrebbero certamente aiutarsi a vicenda nella crisi per il coronavirus. Ma senza alcun limite? E senza alcun controllo? In Italia la mafia è un fenomeno di portata nazionale e sta solo aspettando una nuova pioggia di soldi da Bruxelles.

Nel dettaglio, a proposito dell’Italia, Die Welt sottolinea che la risorse destinate a Roma dovrebbero essere spese soltanto per la sanità e che “naturalmente gli italiani dovrebbero essere controllati da Bruxelles e dimostrare l’uso appropriato del denaro. I principi essenziali dell’Unione Europea devono continuare ad essere applicati anche nella crisi del coronavirus“.

Il quotidiano tedesco insiste sull’importanza del sovranismo anche in una situazione di emergenza come quella che l’intera Europa e il resto del Mondo stanno vivendo in queste settimane:

La solidarietà è un importante valore europeo, ma anche la sovranità nazionale e la responsabilità dei politici di una nazione nei confronti degli elettori dei rispettivi paesi è altrettanto fondamentale.

A poche ore dalla pubblicazione dell’articolo, dall’Italia è stato il Ministro degli Esteri a tuonare contro quelle parole e chiedere al governo di Berlino di prendere le distanze:

Un’affermazione vergognosa e inaccettabile. Spero che il governo tedesco ne prenda le distanze. L’Italia piange oggi le vittime del Coronavirus, ma ha pianto e piange le vittime della mafia. Non è per fare polemica, ma non accetto che in questo momento si facciano considerazioni del genere.

Di Maio ha precisato che “noi non vogliamo che altri Paesi paghino i nostri debiti, l’Italia i propri debiti li ha sempre pagati. Vogliamo creare le condizioni di mercato affinché si possano spendere tutti i soldi che servono per le infrastrutture, quindi in lavoro, in innovazioni tecnologiche“.

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →