Cane morde uomo, Cavallo attacca Amato e Mastella

Notizia incredibile, mi ci son dovuto raccappezzare: un equino contro due esponenti del Governo!? E quale poteva essere il reato contestato ad un cavallo? Poi, leggendo il resoconto di Caserta News su due giorni di conferenza in tema di criminalità minorile, l’occhio si è fermato su una citazione, bella anche nella sua estrema stringatezza: “Senta,

di

Notizia incredibile, mi ci son dovuto raccappezzare: un equino contro due esponenti del Governo!? E quale poteva essere il reato contestato ad un cavallo?

Poi, leggendo il resoconto di Caserta News su due giorni di conferenza in tema di criminalità minorile, l’occhio si è fermato su una citazione, bella anche nella sua estrema stringatezza: “Senta, giudice: oggi è difficile entrare nella camorra…”. Alla faccia della spettacolarizzazione dei TG, chissà in quale contesto è stata rilasciata la dichiarazione.

Il Cavallo del titolo invece è una Dottoressa, che invece ha denunciato questi fatti:

La dott.ssa Melita Cavallo, Capo dipartimento Giustizia minorile del Ministero della Giustizia invita “L’Ordine dei giornalisti a prendere cognizione delle violazioni della Carta di Treviso e, quindi, ad adottare provvedimenti di censura”. Poi attacca: “Non solo i giornalisti sbagliano. Di recente l’allarme sociale è stato creato anche dai ministro Amato e Mastella: il primo portò ad esempio di devianza e di degrado il fenomeno della baby prostituzione indotta da alcuni minorenni per recuperare soldi persi al gioco. Il secondo quello di alcuni bambini raggruppati in bande armate. Ebbene chiesi a tutte le Procure per i minorenni d’Italia di relazionare in merito per collocare sia cronologicamente che geograficamente quei fatti. Quei fatti non risultano nei fascicoli di nessuna Procura”.

Ultime notizie su Camorra

Tutto su Camorra →