Meloni propone il reddito di emergenza: “Ma non è quello che chiede Grillo”

Meloni dice: “Se la Germania non accetta di rinunciare ai propri privilegi, se l’Europa non decide di dare una mano si dissolve”

Giorgia Meloni propone una sorta di reddito di emergenza: “Io ho chiesto 1.000 euro per tutti gli italiani che ne hanno bisogno, come contributo emergenziale, per chi abbia perso il lavoro, non abbia redditi e non abbia più di 2.000 euro in banca. I soldi andrebbero versati direttamente sul conto”.

La leader di Fratelli d’Italia a “Stasera Italia” precisa: “Non è il principio del reddito universale di Grillo” perché “questa è un’emergenza, poi quando riprenderà la normalità la sfida sarà far tornare le persone a lavorare e premiare chi lavora”.

Sul blog della Meloni si legge: “L’Italia ai tempi del coronavirus funziona così: a quelli che hanno il reddito di cittadinanza mettono i soldi in tasca, a chi fino a ieri lavorava ogni giorno per guadagnarsi da vivere e oggi si trova senza soldi spetta invece l’umiliazione dei buoni spesa. Stiamo vivendo uno shock sociale ed economico mai visto prima, non possiamo permetterci squilibri: nessuno deve rimanere solo, accreditiamo subito 1000€ per il mese di marzo sul conto di tutti quelli che ne hanno bisogno”.

“L’Ue dia una mano o si dissolverà”

Sulla polemica con l’Unione europea, fin qui abbastanza sorda alle richieste di sostegno da parte dei paesi più colpiti dall’emergenza, anche se ora la Bce sembra aprire ai coronabond, Meloni dice: “Se la Germania non accetta di rinunciare ai propri privilegi, se l’Europa non decide di dare una mano si dissolve. Non dobbiamo uscire, significa che l’Europa non esiste se non è in grado di dare una mano ai Paesi che ne hanno bisogno, cioè tutti”.

Bonus Inps da 600 euro

Intanto saranno pubblicate a breve sul sito dell’Inps le istruzioni per chiedere il bonus di 600 euro per autonomi, liberi professionisti, collaboratori coordinati e continuativi, stagionali e lavoratori dello spettacolo. Una circolare spiega che per l’indennità non è prevista nessuna contribuzione figurativa e che la stessa non contribuisce alla formazione del reddito. Da domani sarà possibile presentare domanda, anche tramite pin semplificato.