Germania, suicida ministro dell’Assia: “Sotto stress per risposta a emergenza coronavirus”

Il corpo di Thomas Schafer, ministro delle Finanze dell’Assia, è stato trovato sui binari nei pressi di Wiesbaden

Si sarebbe tolto la vita a causa dello stress relativo alla gestione dell’emergenza coronavirus. Il corpo del ministro delle Finanze dell’Assia, Thomas Schafer, di 54 anni, esponente della Cdu, è stato trovato oggi sui binari della linea ferroviaria ad alta velocità nei pressi di Wiesbaden, nella tratta tra Francoforte e Magonza.

A causa delle ferite riportate, il cadavere del politico, ministro delle finanze dell’Assia da 10 anni, non è stato identificato subito. Sono stati gli investigatori della polizia a ipotizzare che dietro il suicidio ci sarebbe un legame con la gestione dell’emergenza.

Secondo la Frankfurter Allgemeine Zeitung, Schafer avrebbe lasciato un biglietto alla moglie per spiegare le ragioni dell’estremo gesto. L’uomo, secondo i quotidiani tedeschi, aveva manifestato “enormi preoccupazioni” per l’epidemia di coronavirus in Germania e informava regolarmente i cittadini sugli aiuti finanziari messi a disposizione per l’emergenza nel suo land.

Il presidente dell’Assia, Volker Bouffier, ha detto: “Siamo tutti scioccati dalla morte inattesa di Schafer e dobbiamo adesso elaborare questo lutto”. Schafer “si preoccupava moltissimo che non si sarebbe riusciti a venire incontro alle enormi aspettative di aiuto della popolazione. Era assillato da questa angoscia” ha rimarcato Bouffier.

In Assia sono stati registrati migliaia di casi di coronavirus. In tutta la Germania i contagiati sono, secondo i dati della Johns Hopkins University, 58.246, 455 i decessi. Zeit online fornisce numeri superiori: 60.147 casi e 481 vittime.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →