Macron: “La Francia è al fianco dell’Italia. L’Europa non sia egoista. Draghi ha ragione”

Il Presidente francese ha rilasciato un’intervista ai quotidiani italiani.

Emmanuel Macron sta con l’Italia. Sono passati i tempi dei dissidi con il governo giallo-verde. Da quando Giuseppe Conte guida un nuovo governo è tornato il sereno e la Francia è pronta a sostenere il nostro Paese nella sua “battaglia” interna all’Unione Europea. Almeno secondo quanto il Presidente francese ha detto in una intervista rilasciata ad alcuni quotidiani italiani (Corriere della Sera, Repubblica e La Stampa).

Macron ha detto:

“Con Giuseppe Conte, Pedro Sánchez e altri sei capi di Stato e di governo abbiamo indirizzato, prima del Consiglio, una lettera a Charles Michel per inviare un messaggio chiaro: non supereremo questa crisi senza una solidarietà europea forte, a livello sanitario e di bilancio. Questo è il punto di partenza. Gli strumenti vengono in seguito e dobbiamo essere aperti: può trattarsi di una capacità di indebitamento comune, oppure di un aumento del bilancio Ue per mettere un sostegno reale ai Paesi più colpiti da questa crisi”

E ha anche respinto l’idea di “un’Europa egoista e divisa”. Macron ha aggiunto:

“Come Giuseppe Conte, non voglio un’Europa del minimo comune denominatore. Il momento è storico: la Francia si batterà per una Europa della solidarietà, della sovranità e dell’avvenire”

Macron ha anche condiviso quanto espresso dall’ex Presidente della BCE Mario Draghi:

“Ho letto con grande interesse l’intervento pubblicato da Mario Draghi questa settimana. Condivido la sua lettura della crisi e credo che dica esattamente questo: i governi nazionali devono agire senza limiti e la solidarietà europea deve fare la propria parte. Dice anche che l’Europa ha tutte le risorse per farcela, un sistema finanziario solido e un servizio pubblico di qualità. L’unica questione è la sua volontà di agire, di farlo insieme e di farlo velocemente: è per questo che lotto, con Giuseppe Conte in particolare”

Ma allo stesso tempo ha difeso l’attuale Presidente della BCE, la sua connazionale Christine Lagarde:

“La approvo e la sostengo. Gli annunci del 19 marzo erano coraggiosi e indispensabili. A che punto saremmo oggi se la BCE non avesse agito con così tanta forza? Questo dimostra anche una cosa: che quando l’Europa ha istituzioni forti e strumenti per agire, siamo tutti vincitori. È una delle lezioni che dobbiamo trarre per il dopo crisi”

Per quanto riguarda l’emergenza sanitaria che ora anche la Francia sta affrontando, Macron ha spiegato:

“Abbiamo preso le misure più forti e al più presto; abbiamo adottato, dinanzi a un numero di casi simile, le misure di restrizioni sociali qualche giorno prima dei nostri partner europei. Non me ne do alcun merito perché la scienza ci ha illuminato e l’Italia ci ha preceduto in questa crisi che abbiamo potuto trarne le lezioni per noi stessi. Abbiamo imparato dalle esperienze dolorose del vostro Paese e dalle decisioni coraggiose prese dal vostro governo: molti paesi europei giudicavano eccessive tali restrizioni, oggi tutti le attuano perché sono indispensabili nella nostra guerra contro il virus”

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →