Renzi: “Riapriamo o la gente morirà di fame” | 007: rischio rivolte al Sud | Sindaci: serve reddito di quarantena

Renzi: si conviverà due anni col virus. Ministro Provenzano: estendere rdc. Sindaco di Palermo: la mafia ne approfitterà

Matteo Renzi in una intervista ad Avvenire sostiene che l’Italia deve “riaprire” perché con il Covid-19 dovremo convivere ancora per diverso tempo: “Questo virus ci farà ancora male. Non per settimane, per mesi e mesi. Il vaccino non c’è e se andrà bene torneremo ad abbracciarci tra un anno, se andrà male tra due”. Secondo l’Oms ci vorranno almeno 18 mesi per il vaccino.

Dice il leader di Italia viva: “Riapriamo. Perché non possiamo aspettare che tutto passi. Perché se restiamo chiusi la gente morirà di fame. Perché la strada sarà una sola: convivere due anni con il virus”.

L’allarme dell’intelligence

E secondo la Repubblica, in un report riservato, l’intelligence ha segnalato al presidente del Consiglio un “potenziale pericolo di rivolte e ribellioni, spontanee o organizzate” anche via social.

Nel Mezzogiorno il blocco di tutte le attività economiche non essenziali, comprese quelle illecite, come ad esempio il parcheggiatore abusivo, potrebbe fare da miccia a rivolte sull’onda della rabbia sociale. Giovedì scorso a Palermo è stato sventato il tentativo di saccheggio di un supermercato solo grazie al pronto intervento delle forze dell’ordine.

Orlando: serve reddito di sopravvivenza

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando mette in guardia: “Accanto a tantissimi che stanno vivendo questo momento di crisi gravissima con angoscia ma con dignità, ci sono gruppo di sciacalli e professionisti del disagio che promuovono azioni violente”.

Orlando, anche per evitare che la mafia conquisti nuovi spazi speculando sul malcontento, chiede che sia istituito un “reddito di sopravvivenza”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco di Napoli Luigi de Magistris: “Il Governo deve istituire immediatamente il reddito di quarantena per tutte le persone che sono rimaste prive di denaro. È necessario immettere subito liquidità nelle loro tasche per consentirgli di avere beni di prima necessità. Napoli fa e farà la sua parte”.

Ministro Provenzano: estendere reddito cittadinanza

Secondo il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano: “Bisogna agire subito perché è a rischio la tenuta democratica. Il reddito di cittadinanza va esteso. Ho paura che le preoccupazioni che stanno attraversando larghe fasce della popolazione per la salute, il reddito, il futuro con il perdurare della crisi si trasformino in rabbia e odio. Ci sono aree sociali e territoriali fragili ed esposte a qualsiasi avventura. Il bilancio pubblico si deve prendere cura dell’intero tessuto sociale. E lo deve fare adesso” dice il ministro a Repubblica.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →