Sei Nazioni 2013: Irlanda immortale, espugnata Cardiff

E’ partito ufficialmente oggi alle 14.30 il quattordicesimo appuntamento con il torneo continentale. E lo spettacolo è stato incredibile!

50 minuti di rugby spettacolo da parte dell’Irlanda, che marca tre mete – una più bella dell’altra – e affonda un Galles in piena crisi esistenziale. Padroni di casa che si svegliano troppo tardi, provano un’impossibile rimonta, ma non basta per non far subito abdicare i campioni in carica.

E’ un avvio che vede un’Irlanda più grintosa, fisica e che piano piano erode metri a un Galles che si chiude a riccio a difendere. I padroni di casa provano a rispondere, ma soffrono in touche. E’ una bellissima Irlanda nei primi 10 minuti del match, domina in mischia, muove l’ovale e mette sotto pressione i campioni in carica. E all’undicesimo ecco che arriva la prima meta. Palla che parte da un raggruppamento a metà campo, ovale che arriva a O’Driscoll che si infila tra tre gallesi e all’ultimo libera Zebo che può ringraziare, salutare e mettere quasi tra i pali la palla. E’ un Galles già frastornato, che sbaglia molto e gioca con la paura negli occhi. Così è ancora l’Irlanda a spingere, a portarsi a un passo dalla meta e il Galles si salva solo con una difesa sporca e disperata. Nuovo affondo verde, nuovo fallo gallese e Sexton chiude il primo quarto con altri tre punti.

Una sola squadra in campo e Rory Best si ritrova anche a bloccare un ovale avversario, lo recupera, fa un passaggio da apertura, Zebo di tacco si porta l’ovale avanti, azione rabbiosa e, alla fine, è Healy a uccidere il Galles. E poco dopo un altro fallo porta l’Irlanda sul 20-0 e solo una squadra in campo. Alla mezz’ora i campioni in carica sembrano voler almeno mostrare l’orgoglio e provano, finalmente, a farsi vedere in attacco. Al 34′ si muove anche il tabellino dei padroni di casa, con Halfpenny a piazzare tre punti. E’ una sveglia per il Galles che ora inizia a spingere e a mettere in difficoltà un’Irlanda che forse non si aspettava che i padroni di casa avessero la forza di reagire. Ma è la giornata dei verdi, che chiudono gli spazi e chiudono il primo tempo in attacco, subiscono fallo e Sexton chiude i primi 40′ sul 23-3 per gli ospiti.

Non cambia la sinfonia a inizio ripresa, con l’Irlanda a suonare le note più intonate, in uno spettacolo da definire “rugby guinness”, e al 43′ è Brian O’Driscoll a metterci l’acuto che significa terza meta a bye bye Galles. Ci provano i padroni di casa a rientrare in partita, spingono sull’acceleratore, insistono sui 5 metri e al 48′ è Cuthbert a trovare lo spazio giusto per la prima meta gallese. Ora è un altro Galles che ha ripreso a crederci o, forse, ha per la prima volta iniziato a farlo. Soffre tantissimo l’Irlanda, i padroni di casa ora dominano il possesso e solo un grandissimo Rory Best evita danni peggiori per gli ospiti. Almeno per il momento. Al 58′ l’ennesimo fallo irlandese costa proprio a Best un cartellino giallo che rischia, a un quarto di match dalla fine, di ribaltare tutti i valori. E, infatti, passa un minuto e al largo Leigh Halfpenny si butta, schiaccia oltre la linea e i padroni di casa si ritrovano, così, a dimezzare la distanza dagli ospiti.

E’ un Galles completamente rinato quello che ora fa sognare un Millennium Stadium che ha ritrovato la voce dopo quasi un’ora di silenzio tombale, dove gli unici cori erano quelli irlandesi. Ma i minuti passano, il vantaggio che il Galles ha permesso all’Irlanda di accumulare è troppo e gli ospiti iniziano a rallentare il gioco guardando l’orologio. A un quarto d’ora dal termine nuova occasione per il Galles, ma la touche nei 22 è sbagliato e l’Irlanda si salva ancora una volta. Torna Best e le due squadre entrano negli ultimi 10 minuti in parità numerica. E proprio quando siamo al 70′ Faletau si immola contro il palo, giallo a Murray che lascia di nuovo in inferiorità numerica. E’ un assalto disperato quello dei padroni di casa, ormai sconfitti, ma che vogliono uscire a testa alta da Cardiff. Ma se il Galles ora è spettacolare, l’Irlanda è un’armata difensiva cattivissima, sporca, ma insuperabile. Cinque minuti al termine e il Galles sfonda con Mitchell, meta e Galles che si porta a -8. Padroni di casa che ora devono risalire 100 metri di campo in pochissimo tempo, perché una sola meta non può bastare. Una missione impossibile, anche perché la difesa irlandese ferma fin da lontano gli avversari. Così è l’Irlanda a trionfare a Cardiff, si prenotano come terza incomoda e, di fatto, scippano lo scettro dalla testa dei gallesi, che escono con l’ottava sconfitta consecutiva.

GALLES – IRLANDA 22-30
Sabato 2 febbraio, ore 14.30 – Millennium Stadium
Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 Alex Cuthbert, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 George North, 10 Dan Biggar (74′ James Hook), 9 Mike Phillips (64′ Lloyd Williams), 8 Toby Faletau, 7 Sam Warburton, 6 Aaron Shingler (44′ Justin Tipuric), 5 Ian Evans (74′ Olly Kohn), 4 Andrew Coombs, 3 Adam Jones (75′ Craig Mitchell), 2 Matthew Rees (51′ Ken Owens), 1 Gethin Jenkins (66′ Paul James).
In panchina: 16 Ken Owens, 17 Paul James, 18 Craig Mitchell, 19 Olly Kohn, 20 Justin Tipuric, 21 Lloyd Williams, 22 James Hook, 23 Scott Williams. 
Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Craig Gilroy, 13 Brian O’Driscoll, 12 Gordon D’Arcy (44′ Keith Earls), 11 Simon Zebo, 10 Jonathan Sexton, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip, 7 Sean O’Brien, 6 Peter O’Mahony ( 52′ Chris Henry), 5 Mike McCarthy (74′ Donncha O’Callaghan), 4 Donnacha Ryan, 3 Mike Ross (68′ Declan Fitzpatrick), 2 Rory Best, 1 Cian Healy (74′ Dave Kilcoyne).
In panchina: 16 Sean Cronin, 17 Dave Kilcoyne, 18 Declan Fitzpatrick, 19 Donncha O’Callaghan, 20 Chris Henry, 12 Eoin Reddan, 22 Ronan O’Gara, 23 Keith Earls.
Arbitro: Romain Poite
Marcatori: 11′ m. Zebo tr. Sexton, 21′ cp. Sexton, 24′ m. Healy tr. Sexton, 28′ cp. Sexton, 34′ cp. Halfpenny, 40′ cp. Sexton, 44′ m. O’Driscoll tr. Sexton, 48′ m. Cuthbert tr. Halfpenny, 59′ m. Halfpenny, 75′ m. Mitchell tr. Halfpenny
Cartellino giallo: 58′ Best, 70′ Murray

credit image by Getty Images

SONDAGGIO: CHI VINCERA’ IL SEI NAZIONI 2013?

LA PROGRAMMAZIONE TV DELLA PRIMA GIORNATA DEL SEI NAZIONI

TUTTI I LINK PER VEDERE IL SEI NAZIONI 2013 IN STREAMING

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter e @Google

I Video di Blogo