Coronavirus, entro domenica il DL di emergenza. Le ultime indiscrezioni

Entro domenica il governo di Giuseppe Conte varerà il decreto di emergenza per affrontare la crisi economica provocata dall’epidemia di coronavirus COVID-19.

È in dirittura d’arrivo il maxi decreto Coronavirus annunciato nei giorni scorsi dal governo di Giuseppe Conte, una manovra da ben 15-20 miliardi di euro che dovrebbe andare a fornire ai cittadini in Italia il supporto necessario ad affrontare la grave emergenza economica che si è venuta a creare come conseguenza dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia di coronavirus COVID-19, particolarmente violenta in Italia.

La manovra dovrebbe essere varata tra stasera e la giornata di domenica, giusto in tempo per le scadenze fiscali di lunedì 16 marzo. Allo stato attuale non è ancora stato convocato il Consiglio dei Ministri, segno che ci sarebbero ancora dei nodi da sciogliere. Stando alle ultime bozze, però, sembrano confermate alcune delle anticipazioni fornite nei giorni scorsi dai vertici dell’esecutivo, come la sospensione temporanea dei pagamenti di bollette, tributi e rate dei mutui, ma in queste ore si starebbe anche valutando la possibilità di una riduzione delle bollette per l’intero 2020.

Dovrebbero inoltre venir sospesi temporaneamente i versamenti di Iva, Irpef e Inps per le aziende sotto i 400 mila euro di fatturato nei servizi e sotti i 700 mila nel commercio. Per le famiglie e le imprese con carenza di liquidità per mutui e prestiti l’esecutivo sta valutando di stanziare fino a 3,8 miliardi di euro e potenziare di 1 miliardo di euro il fondo di garanzia Pmi, così come per la garanzia statale sulla moratoria dei prestiti e dei mutui.

I termini per la revisione di auto e moto dovrebbero slittare di 90 giorni, mentre sembra ormai assodato che la quarantena sarà equiparata alla malattia per il settore privato e che il sussidio di disoccupazione sarà aumentato di 400 milioni di euro.

Non potendo sapere con certezza quando questa situazione di emergenza si potrà dire superata, il governo sta considerando lo slittamento delle elezioni comunali in programma per la primavera e il referendum per il taglio dei parlamentari, che dovrebbe slittare al prossimo autunno.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →