Mattarella chiama Von der Leyen risponde: pronti ad aiutare l’Italia con tutto quello di cui ha bisogno

Von der Leyen, virus: “Adesso l’Italia è colpita severamente, il prossimo potrebbe essere un altro Stato membro”

Il capo dello Stato Sergio Mattarella chiama, la presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen risponde: “Siamo pronti ad aiutare l’Italia con tutto quello di cui ha bisogno. In questo momento è colpita severamente dal virus. Il prossimo potrebbe essere un altro Stato membro”. Perciò l’Europa è ora pronta “a dare la massima flessibilità sugli aiuti di Stato e all’interno del Patto di Stabilità”.

Ieri Mattarella con una nota aveva invitato l’Unione europea a mostrarsi realmente solidale con l’Italia e a non compiere mosse che anziché aiutare finiscano per ostacolare l’azione di contrasto al coranavirus. Von Der Leyen ha fatto anche appello a ogni Stato membro a contrastare con il massimo sforzo possibile la diffusione del Covid-19, come aveva esortato sempre ieri il premier italiano Giuseppe Conte chiedendo al contempo un impegno concreto all’Europa.

Il nostro governo avrebbe ricevuto rassicurazioni dalla Commissione Ue sul fatto che “ogni misura una tantum sulla spesa, decisa in relazione alla risposta alla pandemia, sarà esclusa per definizione dal computo del deficit strutturale e non ne sarà tenuto conto quando si valuterà la conformità con lo sforzo fiscale richiesto nell’ambito delle regole esistenti”. La Commissione inoltre “valuterà ogni possibile richiesta sotto la clausola eventi imprevisti“.

Questa mattina anche la Bce aveva aggiustato il tiro, dicendosi “pienamente impegnata a evitare qualsiasi frammentazione in un momento difficile dell’area euro” dopo che la presidente Christine Lagarde, a mercati aperti e in fase di piena turbolenza, aveva detto: “Non siamo qui per far abbassare gli spread” con conseguenze che le borse, già deluse per i nuovi interventi di politica monetaria, hanno pagato caro.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →