Coronavirus: anche l’Isis si adegua e pubblica direttive per difendersi dal contagio

Anche l’Isis fornisce direttive per proteggersi dal contagio da coronavirus: si tratta di misure molto simili a quelle dell’OMS

Il coronavirus non guarda in faccia nessuno e anche l’Isis ha fornito ai propri adepti le “direttive religiose” per difendersi dal contagio. Le stesse sono riportate in un articolo pubblicato sul settimanale Al Naba, ma si tratta sostanzialmente di direttive molto simili a quelle dell’Oms. Lo stato islamico chiede di stare lontano dalle persone malate, di coprirsi la bocca quando tossisce, lavarsi le mani spesso ed evitare spostamenti verso zone colpite dall’epidemia.

E non è tutto, perché l’Isis invita anche ad “affidarsi ad Allah e cercare protezione in lui”. Infatti, oltre alle norme igieniche di base e alle inevitabili restrizioni, lo stato islamico invita militanti e familiari a “porre la fiducia in Dio”.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →