Coronavirus in UK, 319 casi confermati: Boris Johnson si prepara alla Fase 1

Boris Johnson è pronto ad annunciare la fase 1 del piano per contrastare l’epidemia di coronavirus: invito a rimanere a casa per chi manifesterà i sintomi dell’infezione.

Anche il Regno Unito si sta preparando all’esplosione dell’epidemia di coronavirus COVID-19, con l’emergenza in Italia a fare da esempio e da monito. 319 i casi confermati di positività al CODIV-19 e cinque persone decedute, ma l’aumento dei casi giorno dopo giorno fa presagire un’epidemia estesa.

L’esecutivo di Boris Johnson non ha ancora rivolto appelli alla nazione, ma la stampa britannica anticipa che a stretto giro saranno annunciate delle indicazioni per tutti i cittadini del Regno Unito: restare isolati in casa per almeno 7 giorni nel caso in cui si manifestino infezioni respiratorie o febbre.

Un primo pacato tentativo di chiedere la collaborazione dei cittadini nel tentativo di limitare il più possibile la circolazione del virus. Questa è quella che il governo di Johnson ha definito la fase uno: contenimento.

Non è il momento, secondo l’esecutivo britannico, di far partire la fase 2, quella che consiste nel tentare di allontanare l’apice dell’epidemia al periodo estivo, quando il sistema santuario nazionale è generalmente sovraccarico rispetto al periodo invernale.