Vuelta Valenciana 2017, terza tappa: Magnus Cort Nielsen batte Bouhanni | Video

Leader della corsa è ancora Greg Van Avermaet.

[blogo-video id=”458155″ title=”Vuelta Valenciana 2017: l’arrivo della terza tappa vinta da Magnus Cort Nielsen” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.outdoorblog.it/c/c6a/hqdefault-jpg.png” thumb_maxres=”0″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=L2KFKmoZgg4″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNDU4MTU1JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9MMktGS21vWmdnND9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzQ1ODE1NXtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNDU4MTU1IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNDU4MTU1IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

Magnus Cort Nielsen dell’Orica-Scott ha vinto la terza tappa della Vuelta Valenciana 2017 da Riba e Roja de Túria, lunga 161 km. Il danese ha battuto in volata Nacer Bohanni della Cofidis, che era riuscito a restare ben nascosto per tutta a tappa, fino agli ultimi 500 metri. Al terzo posto si è piazzato un altro francese, Bryan Coquard della Direct Energie.

La maglia di leader resta sulle spalle di Greg Van Avermaet della BMC che ha lo steso tempo del suo compagno Ben Hermans, mentre Manuel Senni, che è stato il primo leader di questa corsa dopo la vittoria della BMC nella cronosquadre, ha preso un “buco” di qualche secondo e ora è a +7” dal suo capitano, anche se in realtà domani la squadra americana potrebbe puntare su Hermans nella tappa regina.

La fuga di giornata è stata avviata nei primi chilometri da Alexis Gougeard dell’AG2R La Mondiale, Aitor Gonzalez dell’Euskadi Basque Country-Murias, Tyler Williams dell’Israel Cycling Academy e Daniel López della Burgos-BH che sono poi stati raggiunti da Ben Perry dell’Israel Cycling Academy e Julio Alberto Amores dell’Inteja Dominican Cycling Team. López ha poi dovuto abbandonare la fuga a causa di un problema meccanico.

Il vantaggio massimo dei cinque rimasti al comando è stato di circa quattro minuti, poi, a meno di 40 km dal traguardo, dal plotone si sono staccati Jos Van Emden del Team LottoNL-Jumbo ed Elmar Reinders della Rompoot e sono riusciti a raggiungere la fuga. Van Emden ha poi staccato tutti ed è stato in fuga da solo per qualche chilometro, ma nel frattempo il gruppo si è riavvicinato, nonostante a un certo punto abbia anche sbagliato strada, e ai -11 km tutti i fuggitivi, incluso Van Emden, sono stati ripresi.

Dopo il ricongiungimento c’è stato qualche attacco, incluso uno del vincitore di ieri, Tony Martin del Team Katusha-Alpecin ai -8 km, ma ogni tentativo di allungo è stato annullato e alla fine tutto è stato deciso in volata con il trionfo di Magnus Cort Nielsen.

Questi i primi dieci della terza tappa:
1) Magnus Cort Nielsen (Orica-Scott) 3h 49’ 02”
2) Nacer Bouhanni (Cofidis, Solutions Credits) s.t.
3) Bryan Coquard (Direct Energie) +1”
4) Yves Lampaert (Quick-Step Floors) +1”
5) Enrique Sanz (Spagna) +1”
6) Samuel Caldeira (W52-FC Porto-Porto Canal) +1”
7) Oliver Naesen (AG2R La Mondiale) +2”
8) Zakkari Dempster (Israel Cycling Academy) +2”
9) Greg Van Avermaet (BMC) +2”
10) Viacheslav Kuznetsov (Team Katusha Alpecin) +2”

E queste le prime posizioni in classifica generale dopo tre tappe:
1) Greg Van Avermaet (BMC) 9h 17’ 13”
2) Ben Hermans (BMC) s.t.
3) Manuel Senni (BMC) +7”
4) David Lopez Garcia (Team Sky) +28”
5) Nicholas Roche (BMC) +44”
6) David De La Cruz (Quick-Step Floors) +48”
7) Zdenek Stybar (Quick-Step Floors) +49”
8) Philippe Gilbert (Quick-Step Floors) +49”
9) Nairo Quintana (Movistar) +54”
10) Daniel Martin (Quick-Step Floors) +56”