Elezioni in Israele, Likud di Netanyahu primo partito

Molto alta l’affluenza alle urne, vicina al 70%.

Terze elezioni in meno di un anno, ma gli israeliani hanno dimostrato la volontà di uscire dalla situazione di stallo in cui si trova il Paese. Lo hanno dimostrato presentandosi in massa alle urne. Infatti il dato più interessante è certamente quello relativo all’affluenza, che è stata da record: alle 20 aveva già votato il 65,5%, ossia quasi il 3% in più rispetto a settembre e il dato più alto dal 1999.

Per quanto riguarda i primi exit poll, che sono stati diffusi da Canale 12, Likud, il partito di Netanyahu, ha tra i 34 e i 37 deputati, mentre il principale avversario, l’ex capo di Stato maggiore Benny Gantz, con il suo partito Blu e Bianco otterrebbe 33 seggi. In questo modo Netanyahu, grazie all’alleanza con i partiti di destra, sfiora i 61 seggi e otterrebbe dunque la maggioranza alla Knesset.

Per quanto riguarda gli altri partiti, sempre per Canale 12 i risultati secondo gli exit poll sarebbero questi:
– Lista unita (araba) 14
– Labor/Meretz (sinistra) 6
– Shas (destra religiosa) 9
– UTJ (ultraortodossi) 8
– Yamina (estrema destra) 6
– Yisrael Beiteinu (Liebermann) 8

I Video di Blogo

Video inedito del Daily Mail sull’arresto di George Floyd