Marcucci (PD) replica alla proposta di Renzi: “Prima i problemi veri del Paese”

Il Partito Democratico rispedisce al mittente la proposta di Matteo Renzi di un governo istituzionale con elezione diretta del Presidente del Consiglio.


La proposta di Matteo Renzi, lanciata ieri durante la sua partecipazione a Porta A Porta da Bruno Vespa, riceve oggi un primo no secco da parte del Partito Democratico. È il senatore Andrea Marcucci, capogruppo del Pd al Senato, a rispedire al mittente il piano del leader di Italia Viva in un governo istituzionale con l’obiettivo di riformare il modo in cui viene scelto il Presidente del Consiglio, coinvolgendo direttamente i cittadini.

Marcucci, a margine dell’assemblea dei parlamentari del Partito Democratico a Palazzo Madama, è stato categorico. Le priorità, al momento, sono altre:

Riteniamo che non sia stagione che mette al centro complicate riforme costituzionali, per cui sinceramente oggi non ci sono le condizioni. C’è un accordo sulla legge elettorale e su degli aggiustamenti comunque rilevanti sulle riforme. C’è l’esigenza di dare risposte ai problemi veri del paese: sviluppo, crescita, investimenti e soprattutto lavoro.

L’Italia, in definitiva, ha bisogno di altro in questa fase che il premier Conte ha definito di emergenza. Dagli altri alleati di governo, il Movimento 5 Stelle, non sono ancora arrivate prese di posizione, ma è facile immaginare che i pentastellati almeno in questa fase siano allineati col Partito Democratico.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →