Delitto di Garlasco: Rita e Giuseppe Poggi sono convinti della colpevolezza di Alberto Stasi e ricorreranno in appello

E’ passata una settimana dall’intervista concessa da Alberto Stasi, assolto nel processo di primo grado che lo ha visto imputato per l’omicidio della fidanzata Chiara Poggi, ad Alessio Vinci per Matrix.Il giovane, a proposito del suo rapporto attuale coi genitori di Chiara aveva dichiarato:Al momento i genitori di Chiara non hanno abbassato il muro nei


E’ passata una settimana dall’intervista concessa da Alberto Stasi, assolto nel processo di primo grado che lo ha visto imputato per l’omicidio della fidanzata Chiara Poggi, ad Alessio Vinci per Matrix.

Il giovane, a proposito del suo rapporto attuale coi genitori di Chiara aveva dichiarato:

Al momento i genitori di Chiara non hanno abbassato il muro nei miei confronti. Forse condizionati dal modo in cui sono state condotte le indagini. Eppure loro mi conoscono e resto convinto che non credano che io sia colpevole. Per questo spero in un riavvicinamento, magari anche più avanti nel tempo.

La replica dei Poggi non ha tardato ad arrivare e, contrariamente a come la vede Alberto, i due continuano a credere che lui sia colpevole.

Per noi Alberto era e resta il colpevole dell’omicidio di Chiara. Per noi la sentenza di assoluzione e le motivazioni non hanno cambiato nulla. Noi non abbiamo assolto Alberto anche se c’è chi tenta di far passare un messaggio diverso.


A parlare è stato Giuseppe Poggi al Corriere Della Sera, che ha sottolineato come il suo pensiero sia condiviso anche dalla moglie Rita.

Per questo motivo i due hanno deciso di ricorrere in appello contro la sentenza di assoluzione.

Quanto ad un possibile riavvicinamento con Alberto, Giuseppe Poggi esclude che possa succedere:

Lo escludo nel modo più assoluto. Non si può ricorrere in appello e nel frattempo stringere la mano al ragazzo accusato di aver ucciso tua figlia.

Via | Corriere Della Sera

I Video di Blogo

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →