Coronavirus, Hong Kong impone la quarantena per chi arriva dal resto della Cina

Dopo giorni di intense proteste dei cittadini, il governo di Hong Kong ha deciso di imporre una quarantena obbligatoria per tutte le persone che arrivano dal resto della Cina.

Sono almeno 26 le persone contagiate dal coronavirus ad Hong Kong e il primo decesso è stato registrato pochi giorni fa. Le proteste dei cittadini che chiedevano a gran voce maggiore protezione da possibili contagi in arrivo dal resto della Cina sembrano aver sortito l’effetto sperato: è partita in queste ore la quarantena obbligatoria di due settimane per chiunque arrivi ad Hong Kong dal resto della Cina.

Turisti, visitatori e cittadini dovranno isolarsi in modo autonomo nelle stanze degli hotel o nei centri gestiti dal governo, mentre tutti i residenti dovranno restare nelle proprie abitazioni. Chi non rispetterà le nuove regole temporanee potrà essere multato o, in caso di recidiva, condotto in carcere.