Coronavirus: confermato stop dei voli tra Italia e Cina

I voli tra Italia e Cina rimangono chiusi come previsto dall’ordinanza firmata il 31 gennaio scorso: nessuna retromarcia dal ministro della Salute

La riunione della task force sul coronavirus di questa mattina ha confermato lo stop dei voli tra Italia e Cina. Contrariamente a quanto trapelava nelle ultime ore su una possibile e seppur parziale apertura, il ministro della Salute con una nota conferma l’ordinanza firmata il 31 gennaio 2020. Nel corso della stessa riunione, oltre a confermare lo stop dei voli tra Italia e Cina, è stato stabilito che “si continuerà a lavorare per implementare le misure già attivate nelle ultime settimane”.

La possibilità di riprendere i collegamenti aerei tra Italia e Cina era stata paventata dal ministero degli Esteri cinese. Sul proprio sito Internet, in merito ad un incontro del suo vice Qin Gang con l’ambasciatore italiano a Pechino Luca Ferrari, aveva infatti riferito che il Bel Paese avesse dato disponibilità a riprendere temporaneamente alcuni collegamenti aerei. Lo stesso Qin, secondo la Xinhua, ha poi sottolineato che la decisione unilaterale dell’Italia di bloccare i voli senza sentire la Cina ha creato disagi ai viaggiatori di entrambi i Paesi.

Essendoci molti cittadini cinesi bloccati in Italia, la Cina aveva chiesto al governo Conte di rivedere la propria decisione il prima possibile. L’ambasciatore italiano, comprendendo i disagi causati, aveva dato disponibilità alla ripresa solo di alcuni voli a richiesta delle compagnie cinesi, ma il ministero della Salute non ha dato ancora il via libera.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →