Challenge Cup: tutto deciso, passi falsi permettendo

Si chiude questo fine settimana la fase a gironi della seconda manifestazione europea.

Si chiude questo weekend la fase a gironi della Challenge Cup e quasi tutto è scritto. Se l’Italia finirà – finalmente – la propria via crucis europea, tutti gli occhi saranno puntati sugli unici tre incontri che ancora hanno qualcosa di dire al torneo.

Con Gloucester, Bath e London Wasps già ai quarti, infatti, resta da decidere la prima della classe nel girone 2 e 5. Nel primo Perpignan e Worcester Warriors sono appaiati a 20 punti e contro Rovigo e Gernika entrambe non possono permettersi di dimenticare di portare a casa lo scontato bonus. Se ciò accadesse, allora ai quarti andranno i francesi, in vantaggio di mete fatte negli scontri diretti.

Nel girone 5, invece, lo Stade Français ha la qualificazione in tasca, ma non può sbagliare. In casa contro i London Welsh basta un solo punto di bonus a Parisse e compagni per volare ai playoff, mentre una sconfitta netta darebbe a Grenoble la quasi certa qualificazione, con i francesi che devono vincere con bonus a Prato per appaiare i parigini e imporsi sempre in virtù degli scontri diretti.

Challenge Cup – Sesta giornata
Newport Dragons v London Wasps
Perpignan v Femi-CZ VEA Rovigo
Agen v Cammi Calvisano
Mogliano v Bayonne
I Cavalieri Prato v Grenoble
Bath v Bucharest Wolves
Gloucester v Mont de Marsan
London Irish v Bordeaux
Worcester Warriors v Bizkaia Gernika
Stade Francais Paris v London Welsh

Challenge Cup – I gironi
Pool 1: Gloucester 22; London Irish 15; Mont de Marsan 10; Bordeaux 1
Pool 2: Worcester Warriors, Perpignan 20; Bizkaia Gernika 8; Rovigo 1
Pool 3: London Wasps 21; Bayonne 15; Newport Dragons 12; Mogliano 0
Pool 4: Bath 24; Agen 13; Bucharest Wolves 9; Calvisano 7
Pool 5: Stade Français 20; Grenoble 15; London Welsh 14; Prato 2

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+