Catanzaro: rafforzata la scorta al procuratore Gratteri

Aumenta il rischio per il capo della Dda di Catanzaro, Nicola GRatteri, rafforzata da qualche giorno la scorta e blindato il suo ufficio

Nicola Gratteri nel mirino della ‘ndrangheta, rafforzata la scorta del capo della Dda di Catanzaro. Da alcuni giorni al procuratore sono stati forniti più uomini a protezione, ma non solo. Come riferisce l’Adnkronos, Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica ha disposto anche la blindatura delle finestre dell’ufficio di Gratteri, fornito nuovi sistemi di sorveglianza e auto corazzate in caso di attentato con bombe.

Il Comitato che fa capo al ministero dell’Interno, ha inoltre deciso che Gratteri non parteciperà a quegli incontri pubblici che potrebbero essere rischiosi per la sua incolumità. Ad alimentare la “rabbia” della malavita organizzata calabrese nei confronti del capo della Dda di Catanzaro, la recente operazione “Rinascita Scott”, che con centinaia di arresti ha letteralmente decapitato i clan della provincia di Vibo Valentia.

I Video di Blogo

Gli ultimi minuti di vita di George Floyd