Heineken Cup: Treviso lotta, ma Tolosa fa il bonus

Si è appena conclusa la sfida europea tra i veneti e i campioni di Francia.

Lotta finché può la Benetton Treviso a Tolosa. Nonostante un XV sperimentale, infatti, i veneti si dimostrano alla pari dei campioni di Francia per larga parte del match, soffrono troppo in mischia, ma chiudono il primo tempo in pareggio, prima di cedere sulla distanza.

Inizia con coraggio la Benetton allo Stadio Ernest Wallon. I primi minuti vedono gli azzurroverdi attaccare, quadagnare metri e possesso e dopo 4′ provare subito ad andare tra i pali con Tobie Botes. Il mediano di mischia non tradisce e i veneti passano in vantaggio. La risposta francese è immediata e rabbiosa, ma il primo affondo viene respinto, anche se a fatica, dalla Benetton. Al secondo tentativo, però, Gary Botha raccoglie e schiaccia portando i padroni di casa in vantaggio. Ma quando Tolosa sembra aver preso in mano il match, ecco che McAlister perde l’ovale, lo raccoglie Andrea Pratichetti che scappa, passa l’ovale a Tommy Benvenuti che non si ferma più, supera un avversario e schiaccia in meta per il nuovo vantaggio ospite, nonostante il brutto errore di Botes dalla piazzola. Soffre, però, Treviso in mischia e al quarto d’ora subisce una punizione che McAlister però sbaglia, graziando la Benetton. Una bella iniziativa di Barbieri, dopo alcuni minuti di sofferenza, porta Treviso fuori dai 22 e allo scoccare del primo quarto Tobie Botes torna sulla piazzola e questa volta non sbaglia.

Il terreno viscido costringe le due squadre spesso all’errore, ma ad approfittarne maggiormente appare essere Treviso, che sposta in su il baricentro del gioco, tenendo i francesi lontano dalla zona calda, anche se i troppi falli impediscono agli ospiti di concretizzare. Al 25′ Tobie Botes cerca di conquistare un ovale al volo, cade male, piega il ginocchio e per alcuni momenti mette in apprensione anche Jacques Brunel, prima di rialzarsi, seppur zoppicando. Ancora una punizione in mischia di Treviso rende l’affondo di Tolosa sempre più pericoloso, che si piazza nei 22 veneti alla ricerca della meta del sorpasso. L’ennesimo fallo del pack azzurroverde obbliga Barnes a richiamare Pavanello, mentre Treviso soffre tantissimo lì davanti. Alla fine è Albacete ad andare oltre la linea di meta e il Tmo conferma la meta che porta, bisogna dire meritatamente, in vantaggio i francesi. Treviso comunque c’è, prova a costruire, ma è sempre il pack a dare i veri problemi e a essere l’arma che Tolosa utilizza per fare male e spostare il baricentro del match verso l’area di meta veneta. L’ultima occasione, però, è per Tobie Botes che a tempo quasi scaduto prova a piazzare da lunga distanza e ci riesce, impattando il punteggio proprio quando si sta per andare negli spogliatoi.

Inizia subito in maniera rabbiosa Tolosa la ripresa e ancora sono maul e mischie a mettere in difficoltà Treviso, con Franco Smith che dopo due minuti cambia l’intera prima linea. Non cambia, però, l’andazzo e, anzi, dopo le prime tre mischie Michele Rizzo viene punito con un cartellino giallo. In superiorità Luke McAlister si affida al piede per liberare Vincent Clerc che schiaccia in meta per il nuovo vantaggio francese. Ora Tolosa sente odore di sangue e di bonus, mentre Treviso deve cercare di resistere in inferiorità e non lasciar scappare i francesi. La Benetton riesce nell’intento e, addirittura, si ritrova in attacco in inferiorità, ma Tobie Botes commette un altro pessimo errore dalla piazzola.

Si arriva, comunque, nell’ultimo quarto con Treviso virtualmente ancora in partita, con Tolone che insiste, fa male, ma non concretizza e resta a una meta dal bonus e con soli 7 punti di vantaggio. Ma proprio al 62′ Treviso abbassa la guardia, lascia spazi enormi ad Albacete che fa troppi metri e poi l’ovale vola al largo sino a Fritz che mette il sigillo sul match con la meta che vale il bonus e una distanza di sicurezza. Treviso, comunque, non molla e al 72′ Tolofua placca alto e chiude in anticipo il suo match. Match, che, purtroppo si chiude con l’ultima meta francese a tempo scaduto, Treviso che esce a testa alta e Tolosa che esce con i cinque punti voluti e cercati a lungo.

TOLOSA – BENETTON TREVISO 35-14
Domenica 13 gennaio, ore 16.00 – Stade Ernest Wallon, Tolosa
Tolosa: 15 Clément Poitrenaud, 14 Vincent Clerc, 13 Florian Fritz, 12 Yannick Jauzion (66′ Gaël Fickou, 74′ Maxime Medard), 11 Yoann Huget, 10 Luke McAlister, 9 Luke Burgess (63′ Jean-Marc Doussain), 8 Louis Picamoles , 7 Yannick Nyanga (63′ Sylvain Nicolas), 6 Grégory Lamboley, 5 Patricio Albacete, 4 Romain Millo-Chluski (54′ Yoann Maestri), 3 Census Johnston (34′ Yohan Montes), 2 Gary Botha (41′ Christopher Tolofua), 1 Vasil Kakovin (40′ Gurthro Steenkamp).
Treviso: 15 Giulio Toniolatti, 14 Ludovico Nitoglia (72′ Fabio Semenzato), 13 Tommaso Benvenuti, 12 Andrea Pratichetti, 11 Tommaso Iannone (42′ Brendan Williams, 44′ Alberto de Marchi, 54′ Brendan Williams), 10 Luca Morisi, 9 Tobias Botes, 8 Robert Barbieri, 7 Dean Budd, 6 Paul Derbyshire (54′ Francesco Minto), 5 Valerio Bernabo (72′ Marco Fuser), 4 Antonio Pavanello, 3 Alberto de Marchi (42′ Lorenzo Cittadini), 2 Enrico Ceccato (42′ Franco Sbaraglini), 1 Matteo Muccignat (42′ Michele Rizzo).
Arbitro: Wayne Barnes
Marcatori: 4′ cp. Botes, 7′ m. Botha tr. McAlister, 11′ m. Benvenuti, 21′ cp. Botes, 30′ m. Albacete tr. McAlister, 40′ cp. Botes, 45′ m. Clerc tr. McAlister, 62′ m. Fritz tr. McAlister, 80′ m. Huget tr. McAlister
Cartellini gialli: 44′ Rizzo, 72′ Tolofua

credit image by Getty Images

RUGBY 1823 è anche su @Facebook @Twitter @Google+