Aereo ucraino abbattuto per “errore umano”. Ora l’Iran lo ammette pubblicamente

È stato scambiato per un “velivolo ostile” per “colpa dell’avventurismo Usa”…

L’Iran, dopo due giorni di smentite, ha ammesso pubblicamente che l’aereo ucraino caduto vicino Teheran poco dopo il decollo è stato abbattuto da un loro missile. Il Presidente iraniano Hassan Rohani attraverso Twitter ha detto:

“Le indagini interne delle forze armate hanno concluso che l’orribile incidente dell’aereo ucraino e la morte di 176 persone innocenti sono state causate dai missili lanciati a causa di un errore umano. Le indagini continuano per identificare e perseguire i responsabili di questo errore imperdonabile”

Il ministro degli Affari esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha però aggiunto che “l’errore umano” dietro all’abbattimento dell’aereo di linea ucraino è accaduto nel “momento di crisi causato dall’avventurismo degli Usa”.

Intanto il Quartier generale delle Forze armate iraniane si è scusato e ha espresso le proprie condoglianze alle famiglie delle vittime coinvolte nell’incidente e ha promesso che metterà in atto riforme essenziali nei processi operativi per evitare altri errori simili in futuro e che coloro che hanno commesso questo errore saranno perseguiti legalmente.

Ricordiamo che a bordo del Boeing 737 dell’Ukraine International Airlines c’erano 176 persone, tra cui 57 canadesi ed è stato il Premier canadese Justin Trudeau il primo ad accusare pubblicamente l’Iran di aver provocato l’incidente con un missile.

I Video di Blogo.it