Migranti, un centinaio in arrivo a Lampedusa. La Sea Watch ne ha salvate altre cento

La Sea Watch ha portato a termine tre diverse operazioni di soccorso. Ora cerca un porto. La Open Arms le dà il cambio.

Nonostante il freddo, la disperazione sta portando molti migranti a partire anche in queste giornate di gennaio. Oggi a largo di Lampedusa è stat avvistato un barcone con un centinaio di persone a bordo e una motovedetta della Capitaneria di porto le ha raggiunte per metterle in salvo. Questo è il primo sbarco del 2020, ma presto dovrebbe essere seguito da altri sbarchi.

In particolare, la Sea Watch ha salvato un altro centinaio di persone nel corso di tre diverse operazioni di salvataggio e tra di loro ci sono anche dei bambini. Adesso dunque la nave della Ong tedesca ha bisogno di sbarcare in un porto sicuro e intanto nelle acque del Mediterraneo le ha dato il cambio la Open Arms, che attualmente è l’unica nave umanitaria in acque internazionali.

Inoltre c’è preoccupazione per una comunicazione data da AlarmPhone, che ha rilanciato il segnale di soccorso proveniente da diverse barche in pericolo a largo della Libia. Su Twitter ha scritto che si tratterebbe di circa 160 persone su tre barche diverse, ma sul posto è intervenuta la guardia costiera libica e potrebbe riportarle indietro, in una zona che è ormai praticamente di guerra.

Foto © Sea Watch

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Immigrazione

Tutto su Immigrazione →