Malpensa addio? Grazie Bossi, grazie Berlusconi …

Sulla questione Malpensa il buon Romano Prodi e il buon Walter Veltroni rischiarono davvero di essere “appesi” da quelli della Lega e da Berlusconi in primis. Il premier e il segretario del Pd di allora furono accusati ferocemente di voler chiudere Malpensa, additati all’opinione pubblica (del Nord) come incapaci e traditori. E adesso? Adesso la

Sulla questione Malpensa il buon Romano Prodi e il buon Walter Veltroni rischiarono davvero di essere “appesi” da quelli della Lega e da Berlusconi in primis.

Il premier e il segretario del Pd di allora furono accusati ferocemente di voler chiudere Malpensa, additati all’opinione pubblica (del Nord) come incapaci e traditori.

E adesso? Adesso la cordata Cai si spezza e dice addio a Malpensa. E se non arriva l’odiato straniero (Lufthansa) a metterci la pezza, buonanotte ai suonatori.

Bel colpo, questo della Lega e del governo Berlusconi: più che un taglio, uno sbrego, con Alitalia da 1200 a 180 voli! E pensare, fra l’altro, che Air France prevedeva il mantenimento di 500 rotte …

Il paradosso, e il patetico, è che ora Berlusconi & soci (Lega, Moratti, Formigoni) sbraitano. Ma contro chi?

Il “bel regalo”, Lega e Governo lo stanno facendo soprattutto a Milano: Malpensa, Expo, grandi infrastrutture, un elenco di bei disegni e di belle promesse.

Di questo passo, a parte un inceneritore in Campania (ancora funzionante a singhiozzo), a parte la guerra ai barconi dei disgraziati/immigrati, a parte il terremoto show di L’Aquila, agli italiani resterà un … pugno di mosche.

Che è sempre meglio di un pugno in faccia…

I Video di Blogo