Giulio Andreotti compie 90 anni

Quando affrontò la visita di leva il medico che lo respinse gli disse: “Lei con quel torace così non vivrà a lungo!”. Anni e anni dopo quando Giulio Andreotti divenne Ministro della Difesa cercò di rintracciare quell’ufficiale, ma scoprì che era morto.È andata un po’ tutta così la vita del Divo Giulio che proprio oggi

Quando affrontò la visita di leva il medico che lo respinse gli disse: “Lei con quel torace così non vivrà a lungo!”. Anni e anni dopo quando Giulio Andreotti divenne Ministro della Difesa cercò di rintracciare quell’ufficiale, ma scoprì che era morto.

È andata un po’ tutta così la vita del Divo Giulio che proprio oggi compie 90 anni. Molte persone e fatti gli sono passati davanti ma lui è sempre lì, con la lucidità mentale di uno studente universitario.

È stato 7 volte Presidente del Consiglio, lui che con l’esuberanza e il narcisismo degli ultimi premier non ha niente a che vedere. D’altra parte è risaputo, Andreotti è sempre stato un soggetto unico nella politica italiana, quasi alieno.

Un personaggio del tutto mite, quasi timido a vedersi, fragile nella sua corporatura, eppure finito sotto processo (ma uscitone indenne) per concorso esterno in associazione mafiosa (“c’era qualcuno che evidentemente mi voleva eliminare“).

Noi di 06blog vogliamo celebrare i suoi novantanni con quello che per noi romani è il ricordo più simpatico di questo nostro concittadino, ossia la sua apparizione nel Tassinaro del mitico Alberto Sordi. Buona visione!