Dl Fisco, Renzi contro il governo: “Di giorno fanno i moralisti sui social, di notte salvano le loro fondazioni in commissione”

Italia Viva ha votato no anche sul carcere per gli evasori.

Se la maggioranza ieri sera ha avuto un vertice abbastanza lungo, durato più di tre ore, in Commissione Finanze alla Camera è successo di peggio: una seduta fiume, durata ben 14 ore, una vera e propria maratona per dare il via libera al Dl Fisco. Via libera che è arrivato, tanto che stasera o, più probabilmente domani, il decreto arriverà in Aula per la discussione generale.

Durante quelle 14 ore, però, è successo di tutto e la maggioranza di governo si è sostanzialmente spaccata, perché se da una parte MoVimento 5 Stelle, PD e Leu hanno votato insieme, dall’altra Italia Viva si è opposta con forza ad alcuni punti, primo tra tutti il carcere per gli evasori.

Inoltre, prima del voto all’emendamento su questo argomento, le opposizioni di destra, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, hanno abbandonato i lavori e la loro protesta, come ha spiegato poi il leghista Massimo Bitonci, riguarda anche le norme sugli appalti.

Un altro punto di forte contrasto tra Italia Viva e gli altri partiti della maggioranza di governo è l’emendamento che riguarda il rinvio dell’equiparazione delle norme sulle fondazioni a quelle sui partiti, che è stato approvato con i voti di M5S, PD e Leu. Luigi Marattin di Italia Viva ha spiegato su Twitter:

“La decisione di rinviare l’applicazione della spazzacorrotti per equiparare le regole di trasparenza tra partiti e fondazioni è un clamoroso errore che la commissione ha fatto nottetempo col voto favorevole di M5S, Pd e Leu e il voto contrario di Italia Viva”

Matteo Renzi, condividendo il post del suo fido Marattin, ha rincarato la dose e ha aggiunto:

“Di giorno sui social fanno i moralisti, di notte in commissione salvano le LORO fondazioni”

E poi su Facebook ha aggiunto:

“Questa notte in Commissione alla Camera gli stessi che ci hanno fatto la morale sulla fondazione Open, che ha tutti i dati trasparenti e pubblica i bilanci, hanno votato per rinviare l’equiparazione tra fondazioni e partiti prevista dalla spazzacorrotti. Di giorno fanno la morale a noi sui social, di notte votano per evitare la trasparenza alle LORO fondazioni. E naturalmente tutto in silenzio, alla chetichella. ITALIA VIVA ha votato contro, la maggioranza ha votato a favore”

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia