Istat: fiducia consumatori ai minimi da luglio 2017

Le famiglie italiane preoccupate per la situazione economica del Paese e per la mancanza di lavoro: a novembre cala ancora la fiducia dei consumatori

Cala a novembre la fiducia dei consumatori: è quanto emerge dagli ultimi dati Istat, secondo cui l’indice scende dal 111,5 di ottobre al 108,5 di novembre. Come sottolinea l’istituto di statistica, si tratta del livello minimo da luglio 2017. A pesare sul clima di fiducia, la preoccupazione per la situazione economica e le aspettative sull’occupazione, uno dei problemi che genera maggiori malumori tra gli italiani.

“La dinamica negativa – si legge nel report Istat – è determinata dal peggioramento di giudizi e attese sulla situazione economica italiana nonché dall’aumento delle aspettative sulla disoccupazione”.

Se ci si concentra su come le famigli italiane guardano alle condizioni dell’Italia, si registra un clima al minimo dal gennaio 2015. In controtendenza il clima di fiducia delle imprese, che a novembre registra un lieve aumento da 99,1 da 98,9 di ottobre. Eppure, sottolinea ancora l’istituto di statistica, si tratta di una “sostanziale stabilità”, poiché nessun settore fa segnare dei rialzi. Anzi, la manifattura torna ai minimi fatti segnare a settembre scorso. In linea generale, conclude l’Istat, “dall’industria emergono segnali di incertezza”.