Europee 2009: diario elettorale

Mentre Franceschini si ricrede sulle sue recenti affermazioni (“Nessun voto inutile. Ma il dato politico si misurerà nella distanza tra il Pdl e il Pd”, dice oggi) e Di Pietro rilancia (“Fermare il regime prima che sia troppo tardi”), diamo uno sguardo rapido a un sondaggio diffuso ieri da Sky Tg24.Pdl: 40,1% Pd: 25% Lega

Mentre Franceschini si ricrede sulle sue recenti affermazioni (“Nessun voto inutile. Ma il dato politico si misurerà nella distanza tra il Pdl e il Pd”, dice oggi) e Di Pietro rilancia (“Fermare il regime prima che sia troppo tardi”), diamo uno sguardo rapido a un sondaggio diffuso ieri da Sky Tg24.

Pdl: 40,1%
Pd: 25%
Lega Nord: 9,5%
Udc: 6%
Idv: 8,2%
Rifondazione comunista e Comunisti italiani: 3,5%
Sinistra e Libertà: 3%
Polo dell’Autonomia: 3%
Radicali: 1%

Dati i linea con altri sondaggi resi noti nei giorni scorsi. C’è un Pdl forte che non si vede scalfito dal gossip ad uso politico e un Pd in calo netto rispetto ai risultati dello scorso aprile. L’Idv recupera – come ampiamente prevedibile – i consensi che perdono i democratici mentre la Lega continua a crescere. Deludente la scelta scissionista della sinistra extraparlamentare: stando alle percentuali di Sky, infatti, la somma di Rifondazione, Comunisti italiani e Sinistrà e Libertà raggiunge addirittura il 6% al pari dell’Udc.