Biella, il sindaco leghista ci ripensa: cittadinanza onoraria a Liliana Segre

L’amministrazione leghista di Biella fa un passo indietro dopo le polemiche e assegna la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre.

Il sindaco leghista di Biella Claudio Corradino, travolto nei giorni scorsi dalle polemiche dopo il rifiuto di concedere la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre e la proposta di darla ad Ezio Greggio, è tornato sui propri passi e, insieme alla sua amministrazione di centrodestra, ha deciso di scusarsi ancora una volta e di concedere il riconoscimento a Segre.

Oggi, durante il consiglio comunale, Corradino ha annunciato l’assegnazione della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, approvata all’unanimità dai presenti:

Mi spiace per quanto è accaduto. Certamente potevamo gestire meglio tutta la vicenda. Ribadisco che reputo giusto concedere la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre e mi scuso ancora per i fatti e gli equivoci.

Oggi il sindaco reputa giusto il riconoscimento a Liliana Segre da parte della città di Biella mentre una settimana fa sosteneva che la senatrice non avesse “fatto nulla per Biella e per il Biellese“. Dopo la bufera che l’ha travolto, e che ha travolto la città di Biella, è stato necessario correre ai ripari e salvare la faccia.