Sondaggi Regionali Lombardia: Ambrosoli recupera su Maroni

Le due coalizione praticamente alla pari

di andreas

Per Ambrosoli, candidato del centrosinistra alle Regionali Lombardia, il ‘campanello d’allarme’ non ha fatto in tempo a scattare che già sta rientrando. In un’intervista di qualche giorno fa parlava di come fosse naturale vedere il suo avversario Maroni avanti nei sondaggi in una regione storicamente di centrodestra come la Lombardia. Sono passati tre giorni, e dai tre punti di vantaggio di Maroni su Ambrosoli rilevati dall’istituto di Renato Mannheimer si è passati a una situazione di parità quasi assoluta nel sondaggio Ipsos.

Colpa principalmente della debolezza del Pdl, che nelle intenzioni di voto per le regionali (diverse da quelle dei lombardi per le elezioni nazionali) supera di pochissimo l’11%, venti punti percentuali in meno rispetto alle regionali di 3 anni fa. I voti del Popolo delle Libertà sono cannibalizzati dalla Lega Nord – che ha il vantaggio di esprimere il candidato governatore – e dalla Lista Maroni che prendono rispettivamente il 19,5% e il 7,4%, mostrando come la Lega non ceda un punto nella sua roccaforte e come ormai sia il primo partito (accorpando le due liste). Il Pd infatti tiene botta ma è al 24,7%, mentre il Patto Civico Ambrosoli arriva al 4,4%. Nel centro Udc (2,2%), Fli (0.8%) e Lombardia per Albertini (5,5%) continuano il gioco del terzo incomodo, ma senza chance di vittoria. L’ex sindaco di Milano arriva all’8,5%.

Ed ecco i voti partito per partito e raggruppati per coalizioni:

Pd: 24,7%
Idv: 2,8%
Sel: 3%
Sinistra Unita: 1,1%
Patto Civico Ambrosoli: 4,4%
Altre Liste: 3,8%
Totale coalizione centrosinistra: 39,8%

Pdl: 11,2%
Lega Nord: 19,5%
Lista Maroni: 7,4%
Altre Liste: 1,5%
Totale coalizione centrodestra: 39,6%

Udc: 2,2%
Fli: 0,8%
Lombardia per Albertini: 5,5%
Totale coalizione centro: 8,5%

Movimento 5 Stelle: 8,4%

Due parole anche sulla situazione del voto nazionale, in una regione come la Lombardia decisiva per decidere se dalle urne uscirà una maggioranza al Senato: al momento il centrosinistra è dato al 33,8%; il centrodestra in vantaggio al 34,7%, il centro di Mont & co. al 15,1%, Movimento 5 Stelle al 9,8%, Rivoluzione Civile al 4,2%.

Foto via Facebook

Ultime notizie su Elezioni regionali

Tutto su Elezioni regionali →