Un europeo su quattro ha attitudini antisemite: lo dice un nuovo studio

Cresce l’antisemitismo nel centro e nell’est d’Europa, in calo i sentimenti negativi contro gli ebrei in Italia ed Austria: la nuova indagine

Il 25% degli europei, quindi un cittadino su quattro, ha “forti attitudini negative” nei confronti degli ebrei. È quanto emerge da un’indagine sull’antisemitismo condotta tra aprile e giugno 2019 in Europa, Canada, Sud Africa, Argentina e Brasile su commissione della Anti-Defamation League (Adl). Dallo studio dell’organizzazione ebraica internazionale, comparato con i dati delle rilevazioni del 2015, emerge che nell’ovest europeo ci sono pochi cambiamenti relativamente ai sentimenti nei confronti degli ebrei.

Al centro e nell’est del Vecchio Continente, invece, viene registrato un forte aumento di pregiudizi nei confronti degli ebrei. Aumentano i sentimenti negativi in Ucraina (+14%), Polonia (+11%) e Russia (+8%). Aumento più moderato in Ungheria, mentre il dato è fortemente in calo in Italia ed Austria.

I Video di Blogo