Stupri e violenze a scuola? E’ anche colpa dei genitori

Alla luce del recente caso di stupro di gruppo avvenuto in una scuola di Salò, mentre l’insegnante era impegnato in un’interrogazione, il presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, Antonio Marziale, ha rilasciato qualche dichiarazione sullo stato attuale della scuola: La turpe vicenda di Salò rappresenta la punta di un iceberg intollerabile. Un docente che non


Alla luce del recente caso di stupro di gruppo avvenuto in una scuola di Salò, mentre l’insegnante era impegnato in un’interrogazione, il presidente dell’Osservatorio sui Diritti dei Minori, Antonio Marziale, ha rilasciato qualche dichiarazione sullo stato attuale della scuola:

La turpe vicenda di Salò rappresenta la punta di un iceberg intollerabile. Un docente che non si accorge di quanto stava accadendo pur essendo in classe intento ad interrogare, 12 compagni a fare da barriera per impedire la visuale all’insegnante e due di loro a perpetrare la violenza, costituiscono un quadro d’insieme paradossale, emblematico di un’istituzione incapace di attestare la propria autorevolezza e, dunque, non idonea a ricoprire il ruolo di primaria agenzia di socializzazione.

Marziale, che è anche consulente della Commissione parlamentare per l’Infanzia, ha poi aggiunto:

Stupri in classe, punizioni medievali subite da bambini piccoli ad opera di insegnanti, atti di bullismo, veicolazione di sostanze stupefacenti ed altri accadimenti similari si stanno ripetendo con alta frequenza statistica e, alla luce di ciò, è legittimo parlare di emergenza scuola. Un’emergenza che deve essere fronteggiata speditamente e con atti straordinari, orientati principalmente a ristabilire il controllo, la cui mancanza e’ resa intelligibile da milioni di video a sfondo sessuale e ‘bullistico’ girati in classe e veicolati su YouTube.


E la colpa, secondo Marziale, è anche dei genitori:

Si sentono estranei al mondo della scuola, vanno solo a sentirsi dire il voto dei loro pargoli e magari, se non coincide con le aspettative, sono pronti a menar le mani. Se la scuola versa in queste condizioni e’ anche per colpa loro.

Siete d’accordo?

I Video di Blogo

Video, proteste a Milano: il piccolo (ma rumoroso) corteo in Corso Buenos Aires