Siena, Lucelly Molina Camargo uccisa in casa: arrestato un 19enne

Si può considerare risolto il mistero dell’omicidio di Lucelly Molina Camargo, la cittadina colombiana di 32 anni uccisa nel suo appartamento in via Vallerozzi, nel centro di Siena, il 3 marzo scorso. Dopo appena due settimane di indagini, le autorità hanno arrestato un ragazzo di 19 anni, Renan William Villanova Correa, sospettato di essere l’autore

Si può considerare risolto il mistero dell’omicidio di Lucelly Molina Camargo, la cittadina colombiana di 32 anni uccisa nel suo appartamento in via Vallerozzi, nel centro di Siena, il 3 marzo scorso. Dopo appena due settimane di indagini, le autorità hanno arrestato un ragazzo di 19 anni, Renan William Villanova Correa, sospettato di essere l’autore di quel delitto.

Il giovane, di origini brasiliane e residente a Grosseto, ha respinto ogni accusa, ma è stato incastrato dai tabulati telefonici a cui si è arrivati grazie ad uno dei cinque telefoni cellulari recuperati nell’abitazione della donna – escort col nome d’arte di Lorena – e ad altre prove lasciate nel monolocale teatro dell’omicidio.

Il movente dell’omicidio non è stato ancora chiarito. Il giovane si è limitato ad ammettere di conoscere di vista la vittima ed una sua amica, ma non è chiaro se il 19enne fosse un cliente o meno. Quello che è certo è che Lucelly Molina Camargo è stata prima percossa, poi colpita a morte con un oggetto contundente.

Le indagini sono ancora in corso, mentre Renan William Villanova Correa si trova in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il caso è affidato al pm di Siena Nicola Marini.